·La Regione casa e chiesa·

Eccolo puntuale il solito obolo di inizio anno alle chiese d’Abruzzo. Sacerdoti accontentati e voti assicurati. E’ del 7 gennaio la delibera con cui la giunta regionale distribuisce la bellezza di 4 milioni e 100 mila euro a tredici chiese, è la delibera numero 1 di gennaio 2017. In cima ai pensieri quindi del governatore e degli assessori.

Dalfy con le suore

La delibera, in realtà, indica un obiettivo che è quello di

“elevare il grado di attrattività turistica territoriale mediante la valorizzazione degli hub culturali (musei, aree archeologiche, beni storici e architettonici), già attrattori della domanda turistica, poi fa una decina di giri pindarici, e aggiunge che il Comitato di sorveglianza del Par ha riunito in una sola linea di azione le linee indicate, e che il governo ha stanziato 70 milioni e rotti quale contributo agli obiettivi di finanza pubblica, e che i Beni culturali dell’Abruzzo hanno trasmesso l’elenco degli interventi sul patrimonio storico per 11milioni e rotti, tutto considerato insomma diamo un po’ di soldi alle chiese”.

Dalfy in preghiera

Tra l’altro 4 erano state già finanziate in via d’urgenza: la chiesa di Santa giusta all’Aquila per 400.000 €; Sant’Eustachio a Tocco Casauria per 500.000 euro; San Sisto all’Aquila per 200.000; la chiesa della Concezione all’Aquila Paganica per 350.000.

Mica è tutto. Già prima il Mibact aveva finanziato altri 4 interventi per un milione 750 mila euro euro, e cioè il restauro della chiesa della Trasfigurazione a Torrebruna per 200.000 €; la manutenzione del complesso del santuario del volto Santo e della Casa del pellegrino a Manoppello per 900.000 euro; la ristrutturazione del centro culturale culturale polivalente a Moscufo per 450.000 €; la ristrutturazione del teatro comunale nel Comune di Pianella per 450.000 €.

D’Alfonso con la Sclocco raccolti in preghiera

Insomma scuci di qua e scuci di là (un’economia di spesa di 4 milioni e 100mila euro viene trovata anche nel Masterplan), ecco pronto il regalo per le Chiese. Le richieste arrivate alla Regione sono per la verità 29, sacerdoti e sindaci che chiedono finanziamenti per sagrestie, case canoniche e organi: Dalfy li accontenta tutti, quelli che non può finanziare subito li mette in lista di attesa, tanto prima o poi i soldi per queste cose si trovano sempre. In parte utilizza le economie di spesa sul Masterplan, in parte le economie sui fondi Fsc-Fas dei vecchi cicli di programmazione.
I criteri? Vengono privilegiate le chiese

“più bisognevoli per la staticità degli edifici o per riqualificare opere d’arte di notevole pregio artistico, storico e culturale”,

e così su 29 domande ne vengono ammesse 13.

Eccole qua: la chiesa di Sant’Anna a Pescara 100.000 €; i Santi Cosma e Damiano a Lentella 280 mila; restauro della chiesa della Madonna dell’Elcina ad Abbateggio per 150.000 €; la chiesa di Sant’Andra apostolo a Collecorvino 200.000 €; il recupero della chiesa di San Nicola da Tolentino a San Valentino 300.000 €; recupero e consolidamento dell’eremo di Santo spirito a Majella a Roccamorice 200.000 €; restauro della chiesa di Sant’Antonio nel comune di Fara Filiorum Petri per 300.000 €; restauro e miglioramento sismico della basilica dei santi Cesidio e Rufino martiri a Trasacco 650.000 €; ristrutturazione della cattedrale di San Bartolomeo apostolo ad Avezzano 450.000 €; ristrutturazione del convento di San Francesco Caracciolo a Roccamontepiano per 1.200.000 €. Ristrutturazione organo a canne a Santa niente di pineto 120.000 €; messa in sicurezza del campanile della chiesa di San Michele Arcangelo di Montesilvano per 150.000 €; realizzazione di un centro culturale documentale sull’età romana presso la chiesa di San Gabriele a Giulianova 80.000 €.

La Madonna dei 7 dolori a Pescara

No, non è ancora finita: la giunta poi indica altri interventi da finanziare in futuro “per la collocazione turistico-culturale e storico-religiosa”. Insomma ora no ma in futuro sì. E in basso (in chiusura del post, per chi se li vuole leggere), troverete tutti gli altri lavori in cantiere.

Insomma, tutte ma proprio tutte le chiese d’Abruzzo. E per paura di scontentare qualcuno (nel caso specifico l’assessore Gerosolimo), la delibera precisa che la richiesta di finanziamento per la messa in sicurezza della chiesa Santissima Annunziata di Sulmona per 600 mila euro, “troverà idonea copertura attraverso i fondi sisma 2016”.

ps1:naturalmente nel paese natale del governatore, Lettomanoppello, vengono finanziate tutte ma proprio tutte le chiese. Mica si può scontentare qualcuno.

ps2: amen.

Ecco i lavori in lista di attesa.
Lavori di consolidamento statico della chiesa di Santa Lucia a Cepagatti 300.000 €; Santa Maria del Monte a Lupara nel comune di Castiglione Messer Marino 50.000 €; ristrutturazione della chiesa della Madonna del Carmine a Castiglione Messer Marino 80.000 €; San Rocco a Ripa Teatina 100.000 €; Madonna della Consolazione a Mutignano nel comune di Pineto un milione e 300 mila euro; messa in sicurezza della chiesa di San Pietro a Roccascalegna per 550 mila euro; restauro di otto campate delle navatelle laterali della basilica dei Sette dolori a Pescara per 194.870,20 €; lavori di riqualificazione del santuario di San Gabriele a Isola del Gran Sasso per 1.837.805 €; recupero e valorizzazione della chiesa di Sant’Antonio nel comune di Perano per 161 mila euro; consolidamento strutturale della chiesa del Cuore immacolato di Maria a Pescara per 150.000 €; recupero della chiesa di Maria Santissima del Carmine a Scafa per 80.000 €; chiesa di San Francesco a Caramanico terme per 620.000 €; Santissima Trinità a Caramanico terme per 380.000 €; restauro della chiesa di Santa Maria della Stella a Castelguidone per 206.000 €; riqualificazione dello spazio davanti alla chiesa di Santa Maria del lago a Moscufo 350.000 €; completamento della ristrutturazione della chiesa di Sant’Antonio a Bolognano per 15.000 €; recupero e valorizzazione degli strumenti storici, organi a canne, presenti nelle quattro chiese del Comune di San Valentino per 300.000 €; valorizzazione area monumentale protetta di San Giovanni in Venere nel comune di Fossacesia per 3.855.690; ristrutturazione della sacrestia della chiesa della Natività di Maria Santissima del Comune di Vasto per 45.000 €; Santa Maria maggiore a San Franco nel comune di Francavilla al Mare per 449.161 €; Maria Santissima Addolorata a Nereto per 60.000 €; Madonna delle grazie a Torano Nuovo per 100.000 €; Santa Agnese a Corropoli per 150.000 €; Madonna dell’Addolorata a Mosciano Sant’Angelo per 80.000 €; Santa Maria in Cartecchio a Villa Pavone a Teramo per 100.000 €; Santi Cipriano Giustina a Scanzano nel comune di Sante Marie all’Aquila per 150.000 €; realizzazione della casa di accoglienza e spiritualità Oasi Emanuele a Moscufo per 2 milioni di euro; San Martino a Elice per 100.000 €; manutenzione straordinaria e restauro conservativo degli edifici di culto a Lettomanoppello: chiesa di San Nicola, Madonna dell’assunta, Madonna di Costantinopoli, di San Pietro, Sant’Antonio abate, chiesetta di Santa Lucia e sito religioso Madonna della neve Per complessivi 350.000 €; restauro conservativo della chiesa di San Michele Arcangelo a Roccaspinalveti per 100 mila euro; chiesa della Madonna della strada a Scerni per 300.000 €; San Berardo a Pescina per 1.320.000 €; consolidamento e messa in sicurezza della torre campanaria della chiesa di San Sabino nel comune di Furci per 200.000 €; Sant’Anna Pescara 20.000 €; Santi Cosma e Damiano a Lentella per 279.896 €; Madonna delle’Elcina ad Abbateggio 100.000 €; Sant’Andra apostolo a Collecorvino per 300.000 €; San Nicola da Tolentino a San Valentino per 329.379 €; eremo di Santo spirito a Majella a Roccamorice per 280mila euro; Sant’Antonio abate a Fara Filiorum Petri per 42.921 €; Santi Cesidio Rufino Martiri a Trasacco per 784 483 €; San Bartolomeo apostolo ad Avezzano per 861 mila euro; completamento del convento di San Francesco Caracciolo a Roccamontepiano per 200.000 €. Completamento ristrutturazione organo a canne a Santa niente di pineto per 30.000 €; completamento e realizzazione di un centro documentale a Giulianova nella chiesa di San Gabriele per 120.000 €.





Articoli correlati

  • Letto, tutto si fa per teNovembre 2, 2017 Letto, tutto si fa per te Tutti invitati. Sindaco, vice sindaco, assessori, direttori e direttorissimi. La riunione è di quelle che promettono: molti soldi, soprattutto. Soldi a pioggia per il piccolo e […]
  • Lettomanoppello caput mundiLuglio 19, 2017 Lettomanoppello caput mundi C’era una volta Gissi. E poi c’erano San Pio, Navelli, Collelongo e Teramo. E adesso c’è Lettomanoppello, paese che ha dato i natali al presidente della Regione Luciano D'Alfonso. I santi […]
  • Preti i soldi e scappaMaggio 27, 2016 Preti i soldi e scappa Di tutto ma anche un po’ di più. La Regione spendi&spandi provvede a tenersi buoni i Santi ma non solo quelli. Preti e parrocchie sono nella hit di Luciano D’Alfonso, ogni richiesta è […]
  • Il prete in corsia  a libro pagaGiugno 5, 2015 Il prete in corsia a libro paga Ai tempi della spending review. Ai tempi dei tagli ai servizi essenziali. Ai tempi dei 1.100 precari mandati a casa con un arrivederci e grazie. E, soprattutto ai tempi di Papa […]