·Tutte le strade portano a Letta·

Mica è sempre la stessa musica. Basta cambiare direttore d’orchestra o coordinatore del gruppo di lavoro, dare un’infiorettata a vecchi progetti, shakerarli col masterplan e vedi che effetto fa. I sindaci applaudono, i marsicani sono contenti (e forse anche un po’ gabbati) e i Dipangrazios, sua Peppanza e il sindaco Gianni come due pasque. Poi magari scopriranno in ritardo che per rattoppare due strade la Regione Abruzzo deve vendere le terre del Fucino. Però lo scopriranno.

La giunta tematica di Avezzano

La giunta tematica di Avezzano, a sinistra la testa di Letta

Le giunte tematiche d’altronde servono a questo. E ad Avezzano, venerdì scorso, i presupposti per una grande parata c’erano tutti. Figuriamoci, è stato invitato anche Gianni Letta, e Luciano D’Alfonso mica lo aveva scritto nell’elenco delle personalità convocate nella capitale marsicana, no meglio di no, poi tanto si scopre lo stesso. Eccolo infatti in prima fila e addirittura al microfono, come cittadino illustre che dispensa consigli e chissà, anche qualche idea. E di idee ce n’erano a profusione, distillate all’uditorio che aspettava di sapere quali fossero i miracoli di così tanta fortuna: avere contemporaneamente un sindaco che è fratello del presidente del consiglio regionale, un governatore amico del presidente del consiglio e poi persino di Gianni Letta.

D'Alfonso e Letta

D’Alfonso e Letta

Maperò. Il progetto Marsica era stato già varato a settembre dello scorso anno, per consolare la Marsica dell’esclusione dagli aiuti di Stato. Nasce un gruppo di lavoro, è il primo, coordinato da Piero Carducci dell’università dell’Aquila. Il piano viene consegnato a D’Alfonso in pochi mesi. E niente, venerdì scorso nasce un altro gruppo di lavoro, questa volta il coordinamento viene affidato all’ex sindaco di Collelongo Angelo Salucci, grande amico di Ottaviano Del Turco.

D'Alfonso e Di Pangrazio

D’Alfonso e Di Pangrazio

Gli obiettivi a cui Salucci dovrà lavorare sono la velocizzazione della ferrovia Pescara-Roma, ma come si fa se il Lazio non ce la pensa a sopprimere le fermate intermedie? Chiaro che la spunta Zingaretti; poi il nuovo ospedale di Avezzano; l’apertura dell’interporto, ma per renderlo competitivo ci vogliono i soldi dei privati, e non è facile; la sistemazione idraulica del Fucino, ma questa è competenza dello Stato; la valorizzazione di Villa Torlonia (che diventerà sede del Corecom e del futuro ufficio di presidenza del consiglio regionale); poi i parchi archeologici previsti nel masterplan e i percorsi cicabili. Insomma, un sacco di belle cose.

Letta al microfono

Letta al microfono

E il vecchio piano? Carta straccia.E i vecchi progetti? Spacciati come nuovi. E la giunta tematica? Una parata, ad uso dei Dipangrazios.  E i soldi? Un po’ dovrebbero arrivare dal masterplan, ma tutto dipende da Renzi. E un altro po’ dalla vendita dei terreni del Fucino.

tema3

Certo, proprio così. La legge è del 5 novembre, il giorno prima della giunta tematica: la Regione vende i terreni agricoli del Fucino provenienti dalla riforma fondiaria e i fondi del territorio ai coltivatori abituali o agli imprenditori agricoli professionali che abbiano avuto il possesso di quelle terre fino al 1976 o che le abbiano almeno lavorate. Il ricavato sarà di 100 mila euro per il 2015 e serviranno per sistemare le strade. Insomma, una specie di colletta. Per tutto il resto c’è Masterplan.





Articoli correlati

  • Di Letta e di governoNov 5, 2015 Di Letta e di governo L'Abbazia celestiniana e poi ai piedi del Gran Sasso e al santuario di San Gabriele. E domani, la nuova giunta tematica dell'era D'Alfonso si terrà ad Avezzano, che dopo Sulmona mica […]
  • Ciao ciao MarsicaNov 7, 2016 Ciao ciao Marsica Ormai è definitivo. Il nucleo industriale di Avezzano è stato ancora una volta escluso dalle agevolazioni agli investimenti industriali previste dagli Aiuti di Stato.  Alla Marsica è […]
  • Bugie, minacce e MasterplanDic 7, 2015 Bugie, minacce e Masterplan Contro-informazione, notizia falsa, frutto di pura invenzione, scritta senza alcun elemento di riscontro. Notizia che ha causato un danno all'immagine e alla reputazione della Regione e al […]
  • Salvate Abruzzo EngineeringLug 16, 2015 Salvate Abruzzo Engineering Manco Tsipras per farsi approvare il primo stock di riforme. La maratona più lunga d'Abruzzo e più fotografata d'Italia per salvare sul filo dei secondi Abruzzo Engineering. Ventisei ore, […]