·Sei di Pescara? Niente casa·

Niente casa, affitto solo a ragazze del Nord Italia: si è sentita rispondere così una studentessa universitaria pescarese dal proprietario di un appartamento a Trento. La denuncia è di un giornale studentesco, l’Universitario, al quale la ragazza, Marta, che sta per concludere il terzo anno di Giurisprudenza, ha affidato la sua denuncia:

Non è giusto minimizzare, non è giusto sdrammatizzare, non è giusto chiudere gli occhi. Bisogna chiamare le cose con il loro nome, e le uniche parole che possano dirsi per questa situazione sono: pregiudizio e discriminazione”.

Vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà a Marta e a tutti gli studenti fuori-sede che subiscono discriminazioni ingiustificate. Comportamenti del genere non possono essere tollerati,

commenta l’Unione degli Universitari attraverso la coordinatrice, Sofia Giunta.

Lo scambio di messaggi tra Marta e il proprietario dell’appartamento a Trento

Marta cercava una casa per il prossimo anno accademico e dal proprietario si è sentita rispondere:

Scusa tanto, ma sto cercando solo ragazze del Triveneto e della Lombardia. Niente di personale”.

Marta ha chiesto spiegazioni ma la replica è stata secca:

Non ho tempo da perdere. 

Un episodio di razzismo, conclude lei. 

ps: sì, razzismo. Quindi voi, che scrivete “dagli al rom e dagli all’immigrato” sappiate che il rom o il migrante o il nero potrete diventare voi. Anzi, per molti, come l’uomo di Trento in cui si è imbattuta Marta, lo siete già. Riflettete, eh.




Articoli correlati

  • Marta, niente casa ma la sua mamma è di Trento22 Giugno 2018 Marta, niente casa ma la sua mamma è di Trento Ha fatto il giro del web, dei giornali, è finita su tutte le tv e le radio d’Italia. E poi la storia di Marta, la studentessa universitaria che si è vista rifiutare una casa in affitto a […]
  • L’Ateneo balneare11 Luglio 2018 L’Ateneo balneare E tra le tante cose ieri il Senato accademico ha deciso di cambiare nome all’Università Gabriele D’Annunzio. La proposta è del rettore Sergio Caputi che ora vuole chiamare l’Ateneo […]
  • Apartheid sui bus della Tua12 Ottobre 2017 Apartheid sui bus della Tua I neri giù dall’autobus. Apartheid, anche qui. Succede in Abruzzo, succede a Teramo, anzi sulle montagne teramane. Una bruttissima pagina di razzismo di casa nostra viene raccontata in […]
  • La lunga notte di Roccamorice13 Agosto 2017 La lunga notte di Roccamorice “Se devo morire, preferisco morire in battaglia”: dice così Giuliano Diodati, mezz'ora prima del vertice della corrente convocato ieri sera a Roccamorice, con l’assessore regionale Donato […]