·Scandalo Unidav, tutti i nomi eccellenti·

Quattro arresti e tre indagati nell’inchiesta sull’università telematica Da Vinci della Gabriele D’Annunzio. Nomi eccellenti, docenti illustri, professori, ex rettori: uno scandalo di proporzioni enormi per l’Ateneo di Chieti-Pescara. Tra gli indagati Franco Cuccurullo, il docente Saverio Santamaita, il prof Antonio Cilli col figlio Fabrizio.

Usavano come un bancomat le casse dell’Unidav, l’Università telematica: denaro sottratto per creare fondazioni e società. In particolare una società era stata costituita per drenare denaro con falsi contratti di formazione, in questo caso ci misero dentro 100 mila euro. 

 Nell’operazione, scattata ieri mattina, sono finite 18 persone : 16 residenti in Abruzzo, Toscana, Emilia-Romagna, Lazio e Campania e due residenti in Svizzera e Romania. 

Franco Cuccurullo

Le misure cautelari personali sono scattate per l’ex direttore generale Alberto Rimicci, per due ex consiglieri di amministrazione, per un dipendente della Da Vinci, tre imprenditori e un basista residente in Romania. Sequestri in corso di  beni mobili, immobili e conto correnti bancari per un valore di oltre ottocentomila euro sia in Italia che in Svizzera, in Slovacchia e a Malta. Gli inquirenti hanno accertato frodi, appropriazione e falsificazione di documenti sul larga scala: l’unico obiettivo era depredare le casse dell’Università telematica Da Vinci. Circa 800 mila euro il flusso di denaro che veniva utilizzato a vari fini per la costituzione di società per il pagamento di fatture a scopo personale e per la gestione di aziende di persone collegate al consiglio d’amministrazione. 

Contestato anche un abuso di atti di ufficio per la nomina illegittima a professore universitario a contratto di Antonio Cilli

“Abbiamo neutralizzato una banda di affaristi che per oltre due anni hanno depredato senza ritegno, al loro uso e consumo, i fondi dell’università – ha dichiarato il Procuratore capo di Chieti Francesco Testa – allo scopo di creare nuovi enti e nove società in Italia e all’estero: vere proprie scatole cinesi nate per accaparrarsi risorse pubbliche e fondi comunitari che avrebbero dovuto essere invece destinate alle attività di istruzione e formazione. In un caso, addirittura, -spiega Testa– abbiamo accertato la distrazione di fondi per pagare i creditori di una società maltese che faceva da drenante di denaro. Le indagini sono scattate dopo alcune segnalazioni, sulla base di analisi dei documenti di governance dell’università e dei flussi finanziari: grande collaborazione dell’attività giudiziaria coordinata dal colonnello dei CC Florimondo Forleo e del colonnello della GDF Serafino Fiore”.

Saverio Santamaita

Resta ancora da chiarire l’origine dei fondi provenienti dalla Slovacchia, ha aggiunto il procuratore, ed erogati dalla comunità europea e anche gli aspetti dell’aggiudicazione del bando di concorso. 

E molti i nomi eccellenti tra gli indagati a piede libero, tra i quali l’ex rettore della D’Annunzio Franco Cuccurullo nella duplice veste di membro del Senato accademico e del Cda di Unidav, i componenti del Senato accademico dell’ateneo telematico Lucia Genovese, Fausta Guarriello, Saverio Santamaita e Massimo Sargiacomo, il direttore generale Alberto Rimicci, il presidente del Cda Tommaso Marvasi e i membri Angelo Ambrosio e Francesco Montera, l’impiegato, Ernestino Di Febo, Fabrizio Cilli, figlio del prof Cilli, Andrea Botti e Cristiano Diodati, legale rappresentante della Infobasic srl.




Articoli correlati

  • Scandalo Unidav, tutti i nomi eccellenti21 Giugno 2019 Scandalo Unidav, tutti i nomi eccellenti Quattro arresti e tre indagati nell’inchiesta sull’università telematica Da Vinci della Gabriele D’Annunzio. Nomi eccellenti, docenti illustri, professori, ex rettori: uno scandalo di […]
  • Frode a cuore aperto28 Ottobre 2020 Frode a cuore aperto Valvole e protesi cardiache acquistate al doppio del valore di mercato, macchinari utilizzati impropriamente che hanno provocato la morte di un paziente, Felice Bosica. Un paziente […]
  • Anche l’Ateneo copia6 Ottobre 2020 Anche l’Ateneo copia Come uno studente un po’ furbetto, l’Università Gabriele D’Annunzio ricorre al copia-incolla. Sarà stata la fretta, sarà stato che il direttore generale Giovanni Cucullo proviene proprio […]
  • I soldi, i concerti, le cene e i posti di lavoro10 Luglio 2020 I soldi, i concerti, le cene e i posti di lavoro Mister dieci per cento: lo chiamavano così Giacomo Cuzzi, ex assessore agli Spettacoli del Comune di Pescara, sul quale il segretario cittadino del Pd Moreno Di Pietrantonio aveva “potere […]