·Saccomandi: ecco com’è andata·

E adesso la dirigente scolastica che ha fatto circolare la mail con l’invito a partecipare al Fla per assistere all’intervista di Luca Sofri a Matteo Renzi passerà i guai.

“La dirigente è l’autrice della mail che ha provocato le strumentalizzazioni di questi giorni, una mail che era destinata a restare nel circuito interno e che conteneva passaggi non condivisibili e per di più dati sensibili. E’ stata una iniziativa infelice dalle molteplici ambiguità”, dice Sabrina Saccomandi.

Sabrina Saccomandi

Sabrina Saccomandi

E’ il giorno dopo. La visita di Renzi è finita ma le polemiche no. La prof autrice della mail diventerà probabilmente il capro espiatorio di una vicenda dai mille lati oscuri. Lei si sarebbe presa la briga di inserire il passaggio dell’intervista a Renzi, senza concordarlo con nessuno. Perché di fatto, spiegano dall’Ufficio scolastico regionale, l’invito era esteso a tutta la durata del Fla.
Sabrina Saccomandi è il dirigente dell’ambito scolastico Chieti-Pescara, insomma il Provveditore di una volta. Un incarico che ricopre da poco più di un mese: prima, faceva parte dello staff del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso. E’ chiaro che a molti sia venuto il sospetto di una iniziativa concordata.

“Assolutamente no, non è la prima volta che l’ufficio scolastico invita gli studenti a partecipare al Festival delle letterature, ogni anno viene promossa la partecipazione al Fla”.

D'Alfonso e Renz i a Pescara

D’Alfonso e Renz i a Pescara

E sono stati tantissimi i ragazzi che hanno assistito all’intervista, a quanto pare. Ma per quale motivo avete raccolto i nomi dei partecipanti?

“Nessuna schedatura, abbiamo dovuto farlo per motivi di sicurezza. E anche perchè poi gli attestati sono nominativi. La partecipazione è stata alta perchè molte scuole a causa del terremoto sono rimaste chiuse a lungo, e quindi è chiaro che da parte degli studenti parte la caccia al credito. Molti sono venuti anche da Popoli”.

E i crediti come verranno distribuiti?

“I crediti verranno assegnati dalle singole scuole, sono valutazioni autonome che verranno fatte sulla base degli attestati di partecipazione”.

Ma non avete riflettuto sul fatto che forse quest’anno, a causa della campagna referendaria, non sarebbe stato opportuno far partecipare i ragazzi?

“Credo che una riflessione sia stata fatta. Ma gli organizzatori su questo punto sono stati chiari, e sono venuti anche nelle scuole ad illustrare il Festival e l’iniziativa, assicurando che si trattava di una manifestazione dai connotati prettamente culturali e formativi”.

E adesso applicherete sanzioni alla professoressa autrice della mail?

“Di questo si occuperà l’Ufficio scolastico regionale. Ma una cosa è certa: la dirigente ha scritto una mail organizzativa interna davvero infelice. L’operazione della partecipazione al Fla è una operazione pulita e limpida che è finita in un vortice di strumentalizzazioni, proprio a causa di quella mail”.

Dalfy, Renzi, Chiavaroli, Sottanelli e nascosta, la D'Incecco

Dalfy, Renzi, Chiavaroli, Sottanelli e nascosta, la D’Incecco

E il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Ernesto Pellecchia, che ieri ha diffuso una nota di precisazione, scrive:

“L’attenta e partecipata presenza dei nostri studenti, testimonia più di ogni altra parole che non vi è stato alcun condizionamento o presentazione ma l’adesione è stata del tutto spontanea, sentita e partecipata”.

No, nessuna presentazione rincara la Saccomandi.

“All’evento di giovedì hanno partecipato più di 300 studenti – conclude la Saccomandi – e molte richieste le abbiamo dovute respingere per problemi di sicurezza. Ma il motivo è uno solo: nessuna presentazione, solo l’interesse a recuperare i crediti persi a causa del terremoto. La politica non c’entra niente”.

ps: peccato che poi l’effetto sia stato un altro.





Articoli correlati

  • I guastafesteNovembre 10, 2016 I guastafeste E alla fine se proprio deve essere crisi, almeno rinviatela, diamine. L’ultima preghiera rivolta dal presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso ai tre ribelli quando ha capito che […]
  • Sabrina più di primaGennaio 11, 2017 Sabrina più di prima Sei bocciato? Non fa niente, ti promuovo. Basta far parte dei cerchi magici. E in Abruzzo il cerchio magico fa il giro girotondo, parte dalla Regione, passa dall’Università di Teramo e […]
  • Roba da MatteoNovembre 11, 2016 Roba da Matteo E’ ben triste la vita (politica) di un premier che per passare un pomeriggio in una città di provincia deve far blindare le strade e le piazze. E’ come chiudersi in casa, mettersi davanti […]
  • Donato il guastafesteNovembre 8, 2016 Donato il guastafeste Due sorprese di troppo rischia di trovarsi di fronte Matteo Renzi giovedì al suo arrivo a Pescara. Eppure il governatore Luciano D’Alfonso gli aveva preparato tutto al centimetro, anzi al […]