·Rivera vicario con clamore·

In quattro e quattr’otto. E con tutti gli onori: comunicato ufficiale, pubblicazione sulla home page della Regione Abruzzo: la nomina a direttore generale vicario di Vincenzo Rivera, chiamato all’Aquila “il duchino” per via delle sue origini nobiliari, ha avuto gran risalto sui canali di comunicazione regionali, al contrario delle dimissioni della direttrice generale Cristina Gerardis.

Rivera (con la maglia verde)

Rivera, informa la Regione, “al fine di garantire la necessaria continuità dell’azione amministrativa, svolgerà le funzioni del direttore generale regionale per tutto il tempo necessario all’espletamento delle procedure per la copertura del posto in pianta organica”. E questo perchè non si è dimessa soltanto la Gerardis, ma anche il suo vice Tommaso Di Rino.  Il fatto è che la lettera di dimissioni di Di Rino è arrivata dopo, almeno due ore dopo, la nomina di Rivera in giunta regionale: c’era talmente tanta fretta di voltare pagina, che hanno nominato un vicario quando l’altro era ancora in carica.
Quindi il duchino, di recente insignito del titolo di Direttore del dipartimento della presidenza e dei rapporti con l’Europa, adesso fa il bis. Vicario, non si sa bene di chi visto che un direttore in carica non c’è più; ma vicario anche perchè come direttore generale, se mantenesse il ruolo di autorità di gestione dei progetti europei, sarebbe incompatibile; vicario perchè uno straccio di procedura per la selezione, alla fine la Regione dovrà comunque metterla in campo. Anche se, per la verità, in genere anche per il vicario si dovrebbe procedere attraverso una designazione.

Fabrizio Bernardini

Il più quotato alla successione della Gerardis a questo punto potrebbe essere Fabrizio Bernardini.
ps: dicono che se venisse insediato Guido Dezio, fedelissimo del governatore, nascerebbero troppi sospetti. E allora meglio il piano b: Bernardini, appunto.




Articoli correlati

  • Poltrone temporanee & bugie8 Giugno 2017 Poltrone temporanee & bugie Ma quale vicario, e ci mancherebbe. Vincenzo Rivera non è vicario proprio per niente, ma direttore generale “temporaneo”, e ce ne passa. In effetti, per essere vicario ci dovrebbe essere […]
  • Rivera forever, ma l’anticorruzione è vacante23 Giugno 2017 Rivera forever, ma l’anticorruzione è vacante L''autorità anti-corruzione della Regione Abruzzo non c'è. Anzi, non c'è più da quando si è dimessa la direttrice generale Cristina Gerardis. Non c'è perchè Vincenzo Rivera, che è dg […]
  • Gerardis, gli amici se ne vanno22 Maggio 2017 Gerardis, gli amici se ne vanno Guido Dezio, il primo della lista. Oppure Vincenzo Rivera, da poco diventato direttore della Presidenza e dei Rapporti con l’Europa. Oppure Fabrizio Bernardini. O ancora Paola Di […]
  • Poltroniadi, Ciancaione fuori10 Febbraio 2017 Poltroniadi, Ciancaione fuori Fuori dalla Regione. Da ieri la dirigente del Bilancio Rosaria Ciancaione non lavora più negli uffici di viale Bovio: dopo la decisione del Consiglio di Stato, che aveva respinto il suo […]