·Regione, ecco gli aumenti ai dirigenti·

Ecco, adesso è ufficiale. Adesso c’è la firma. Con tanto di comunicato dell’assessore Guido Liris. Nonostante le smentite, i non è possibile, “è una bufala”, una bugia, nonostante tutto eccolo qui l’aumento ai direttori della Regione Abruzzo. Anche questo approvato in piena emergenza Coronavirus, della serie ci sarà pure la pandemia ma prima vengono gli interessi loro (qui l’articolo di Mapero’ del 15 aprile scorso)

Gli stipendi dei direttori aumenteranno, e aumenteranno del 50 per cento fino al 55 per cento a seconda dei casi, rispetto a quelli dei dirigenti. Un esempio? Fino a oggi l’indennità di posizione degli otto Capi dipartimento era all’incirca di 44 mila euro, da domani grazie agli aumenti questa voce arriverà a 66 mila euro. Un aumento solo indicativo, perché si trascinerà dietro anche le altre voci che compongono lo stipendio, e in particolare l’indennità di risultato.

Un esempio: fino allo scorso anno, un direttore Pincopallo della Regione Abruzzo prendeva uno stipendio diviso in tre voci: circa 43.625 mila euro di retribuzione tabellare, cioè stipendio base, altri 53.969 di indennità di posizione e altri 12/28 mila euro di indennità di risultato. Circa 118 mila euro all’anno, per stare bassi. L’indennità di risultato era uguale a quella dei dirigenti, adesso no, adesso sarà maggiorata.

“In tutte le altre Regioni – spiega Liris – la retribuzione di posizione dei direttori è più elevata della retribuzione di posizione dirigenziale di una percentuale che varia da un minimo del 52% a un massimo del 126%. La Giunta ha stabilito ieri che, in Abruzzo, occorre attenersi al più basso dei valori e ha quindi deliberato il parametro del 50%, elevabile al 55% nel caso di particolare complessità del Dipartimento”.

Il suo comunicato spiega ancora che “le strutture regionali  saranno impegnate nei prossimi anni a fornire risposte chiare e concrete al territorio. Bisogna anche fronteggiare le conseguenze sanitarie, sociali e economiche prodotte dal Covid e per farlo occorrono processi più rapidi e strutture più snelle”.

E stipendi più pesanti, evidentemente. Benvenuti in Abruzzo.




Articoli correlati

  • L’Irpef resta ma per i manager 700 mila euro di aumenti11 Settembre 2019 L’Irpef resta ma per i manager 700 mila euro di aumenti Non sono pochi proprio per niente i 40 mila di aumento ai manager delle Asl abruzzesi. Sono tanti, anzi tantissimi. E non solo se rapportati alla condizione dei servizi sanitari, alle […]
  • Aumenti ai manager, a Chieti Schael10 Settembre 2019 Aumenti ai manager, a Chieti Schael E’ Thomas Schael il nuovo manager della Asl di Chieti, è stato nominato ieri dalla giunta regionale abruzzese e lui ha già accettato. Un giorno fortunato non solo per lui ma per tutti i […]
  • Pacchia sanitaria1 Marzo 2018 Pacchia sanitaria Nessun risparmio, anzi un aumento con la solita strizzatina d’occhio agli operatori della sanità privata. Che in questo caso costerà la bellezza di sei milioni di euro in più, tra mancati […]
  • Ma quanti direttori Regionedorè30 Dicembre 2017 Ma quanti direttori Regionedorè Quelli in carica sono scaduti, e allora si fa un concorso per assumere i nuovi, ma siccome i nuovi non si possono assumere perché le assunzioni sono bloccate, si nominano quelli […]