·Passerelle & umiliazioni·

Una conferenza stampa per regalare una passerella mediatica alla new entry Mario Olivieri: è servito fondamentalmente a garantire visibilità a uno dei tre ormai ex ribelli, l’incontro con i giornalisti convocato ieri a Chieti sul project financing di Vasto dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso. Tanto che nessuno lo sapeva e lo stesso assessore alla Sanità è stato informato indirettamente soltanto il giorno prima, a cose fatte e organizzate. Una umiliazione non solo per Silvio Paolucci ma soprattutto per il manager della Asl Pasquale Flacco, che dovrebbe essere “sorvegliato” proprio da Olivieri, che è veterinario dipendente della stessa Asl ora in pensione, costretto anche lui a partecipare alla grancassa: ma si sa, sono imminenti le verifiche per i manager ed è meglio far finta di niente.

La conferenza di ieri

Un acceleratore: avrà questo ruolo l’ex ribelle, quello che con Andrea Gerosolimo e Donato Di Matteo ha dato del filo da torcere a tutta la maggioranza fino a qualche giorno fa. La definizione è del goverantore. E così, mentre il project financing Maltauro per l’ospedale di Chieti, che la Regione ha avocato a sé, si avvia verso la soluzione grazie alla disponibilità dell’impresa a effettuare tutte le modifiche richieste dai consulenti e dai tecnici, quello di Vasto di cui si è parlato ieri in conferenza stampa, arriverà al traguardo entro la fine della legislatura e quindi a giugno 2019.

“Le premesse ci sono tutte – ha detto il governatore – ed è quindi nostra intenzione attivare tutte le procedure necessarie alla costruzione del nuovo nosocomio: moderno, sicuro e tecnologicamente avanzato”.

L’investimento previsto è di 85 milioni di euro, finanziato in parte con fondi statali e in parte con l’attivazione di un partenariato pubblico-privato. Complessivamente per la realizzazione dei 5 nuovi ospedali previsti in Abruzzo (Vasto, Lanciano, Sulmona, Avezzano e Giulianova, oltre alla riqualificazione di Penne) sono necessari 371 milioni di euro.

ps: e con questo, è stata introdotta ufficialmente nello staff dalfonsiano una nuova figura: l’acceleratore (non lineare).




Articoli correlati

  • Via a Maltauro, tra asini e impaurimenti10 Luglio 2018 Via a Maltauro, tra asini e impaurimenti E’ tutto pronto per Maltauro, la gara per il project financing partirà entro 60 giorni: il presidente della Regione Luciano D’Alfonso lo annuncia in una conferenza stampa circondato dai […]
  • Mega ospedali e delibere del mistero3 Luglio 2018 Mega ospedali e delibere del mistero Veloci, velocissimi, più veloci della luce. Talmente veloci che per approvare l’aggiornamento al programma triennale delle opere pubbliche, e per dare il via ai project financing per gli […]
  • La diffida in Parlamento19 Aprile 2017 La diffida in Parlamento La diffida per Maltauro alla Asl di Chieti non piace a nessuno. Non piace al presidente della Commissione di vigilanza Mauro Febbo, storico nemico del project financing, ma ci sta tutta. […]
  • Maltauro, si cambia squadra23 Maggio 2017 Maltauro, si cambia squadra E adesso tirano fuori dal cilindro la commissione mista Regione-Asl: per approvare il project financing Maltauro per la ristrutturazione e l'ampliamento dell'ospedale di Chieti, il […]