·Passerelle sanitarie e nuovi rup·

Una passerella sanitaria, quella di ieri all’Aquila. Nel giorno in cui il manager della Asl di Chieti Pasquale Flacco nominava il rup del project Maltauro, scatenando le ire di Mauro Febbo, nel capoluogo abruzzese i dirigenti della Sanità abruzzese, con la scusa delle chiavi delle ambulanze, hanno colto l’occasione per strizzare l’occhio ai politici pentastellati.

Nella foto Muraglia e Fortunato

C’era il vice premier Luigi Di Maio all’Aquila per consegnare 4 ambulanze alle Asl abruzzesi, comprate con gli accantonamenti dei consiglieri regionali abruzzesi.

“Oggi è un giorno felice” ha detto in esordio Sara Marcozzi consigliere regionale e candidato presidente per il M5S -Con l’ultima destinazione chiudiamo il percorso di quella che è stata la prima legislatura del M5S nella storia di Regione Abruzzo. Sappiamo che questa donazione non risolverà i problemi della sanità in Abruzzo ma è un segnale di attenzione alle esigenze degli abruzzesi, del territorio e alle concrete necessità delle aree interne, i cui presidi ospedalieri sono stati depotenziati prima con il riordino sanitario del centro destra e poi con quello del centro sinistra”. 

E così quale migliore occasione per i dirigenti della Sanità regionale presentarsi all’Aquila, con la scusa di ritirare le chiavi delle ambulanze? Non si sa mai, con l’aria che tira e i sondaggi che danno i Cinquestelle in pole position, anche se in flessione: questo devono aver pensato il direttore regionale Angelo Muraglia e il direttore sanitario della Asl di Pescara Valterio Fortunato, immortalati ieri mattina durante l’incontro. 

Presente anche il manager della Asl dell’Aquila Rinaldo Tordera, che ha posato tra Di Maio e la Marcozzi, insieme a Pasquale Flacco sul quale ieri si sono abbattute un sacco di polemiche. 

“La nomina improvvisa e frettolosa di Giulietta Capocasa – dice Mauro Febbo, presidente della commissione di vigilanza della Regione – in qualità di Responsabile Unico del Procedimento per avviare la procedura definitiva ed esecutiva del Project financing da realizzare all’Ospedale Clinicizzato ‘SS. Annunziata’ di Chieti è solo l’ultimo atto compiuto da un Direttore Generale in scadenza a dicembre e che preme per il suo rinnovo. Infatti, dopo le ‘chiacchierate’  nuove assunzioni, ovvero il bando per 25 coadiutori amministrativi riservato ai soggetti disabili e la delibera numero 1407 del 22 novembre per la copertura di un posto da Dirigente Amministrativo da assegnare all’Area Giuridico – Amministrativo, dove troviamo ‘casualmente’ nomi che rimandano a mogli,  parenti e amici di dipendenti della stessa Asl e soprattutto  del mondo politico teatino ed un concorso per dirigente amministrativo su cui ci sono ricorsi e pronunciamenti del Tar,  oggi arriva una ulteriore delibera che velocizza la realizzazione del nuovo Ospedale di Cheti proposto da Maltauro e Novicelli”.

Giulietta Capocasa

 Una accelerazione inconsueta, secondo Febbo.

“Questa ulteriore  delibera sarà una pezza per riconoscere il rimborso delle spese di progettazione, sostenute fino a oggi dalle società proponenti, che ammonterà a decine di milioni di euro che peseranno sulle tasche degli abruzzesi”.

ps: le nomine last-minute, queste conosciute.





Articoli correlati

  • Maltauro, naufragio in vistaSettembre 12, 2018 Maltauro, naufragio in vista Non c’è nessuno, proprio nessuno che potrà organizzare la gara per il project financing Maltauro: il direttore amministrativo della All di Chieti Tiziana Petrella è tornata all’ovile […]
  • Farmacisti, concorso fantasmaOttobre 12, 2015 Farmacisti, concorso fantasma Bloccato da due anni e mezzo. E duemila giovani farmacisti che aspettano una risposta e un'occasione di lavoro. E' un altro mistero della Regione Abruzzo, che ha protagonisti dirigenti che […]
  • Maltauro, la Asl trova un nuovo direttoreOttobre 6, 2018 Maltauro, la Asl trova un nuovo direttore E alla fine un direttore amministrativo l’hanno trovato. E’ questa la decisione maturata nella riunione su Maltauro tra Asl di Chieti e Regione. Era arrivato a braccia alzate, il manager […]
  • Sanità: la Regione dice, la Regione ri-diceLuglio 31, 2018 Sanità: la Regione dice, la Regione ri-dice C’è un piano che costerà due milioni e mezzo di euro per abbattere le liste d’attesa. Che in Abruzzo sono lunghissime, da profondissimo sud. Lo rivela l’assessore alla Sanità Silvio […]