·Nuovo altolà di Maltauro·

Eccolo, è arrivato il nuovo ultimatum di Maltauro: stanno per scadere i termini e con le elezioni del 10 febbraio l’azienda di Vicenza sa che probabilmente di project financing non si parlerà più o comunque non negli stessi termini. E’ una lettera lapidaria mandata alla Regione e ai vertici dell’azienda sanitaria, in cui Maltauro minaccia di passare alle vie legali e che contesta alla Asl di Chieti di non aver dato seguito agli adempimenti chiesti dalla Regione. Perché sì, ne aveva fatte la Regione Abruzzo per accelerare l’iter della realizzazione del nuovo mega ospedale di Chieti: aveva avocato gli atti, riavviato l’istruttoria, strigliato i funzionari, nominato i consulenti, prorogato il contratto del direttore generale Pasquale Flacco, fino a convincere la Asl a nominare un nuovo Rup per l’avvio della gara. 

“Nonostante sia ampiamente trascorso il termine assegnato dalla regione Abruzzo all’Asl Lanciano Vasto Chieti per l’affidamento della concessione per la progettazione definitiva ed esecutiva – scrive il raggruppamento di imprese Icm – l’esecuzione dei lavori di costruzione, demolizione e ristrutturazione dell’ospedale clinici esatto Santissima Annunziata di Chieti e alla gestione di alcuni servizi sanitari non essenziali; e nonostante sia stata individuata la figura del Rup, ad oggi non solo non è stato pubblicato alcun bando di gara ma non è, altresì, pervenuta alcuna notizia in ordine al proseguimento dell’iniziativa da parte dell’azienda”.

E così Maltauro mette in mora la Asl, contestando

“la palese violazione delle prescrizioni contenute nelle delibere regionali e i principi che regolano l’azione amministrativa”,

precisando di aver maturato

“un legittimo affidamento alla coltivazione e definizione dell’iniziativa”.

Insomma, ce n’è quanto basta secondo il raggruppamento di imprese per passare ai fatti: la Icm chiede così di dare

“tempestivo seguito al procedimento avvisando che, in caso contrario, lo scrivente promotore agirà per la tutela dei propri diritti”.

ps: ma alla Asl al momento tutto tace. E figuriamoci alla Regione: il 10 si vota e chissà chi vince. Pure Silvio Paolucci è sott’acqua.




Articoli correlati

  • Maltauro, la Asl si piegaAgosto 31, 2018 Maltauro, la Asl si piega Tutto pronto. La Asl di Chieti sull’attenti: il manager Pasquale Flacco ha superato tutto, paure diffidenze e insulti, quelli di cui era stato fatto bersaglio nella fase istruttoria da […]
  • Maltauro, la Asl trova un nuovo direttoreOttobre 6, 2018 Maltauro, la Asl trova un nuovo direttore E alla fine un direttore amministrativo l’hanno trovato. E’ questa la decisione maturata nella riunione su Maltauro tra Asl di Chieti e Regione. Era arrivato a braccia alzate, il manager […]
  • Maltauro, si cambia squadraMaggio 23, 2017 Maltauro, si cambia squadra E adesso tirano fuori dal cilindro la commissione mista Regione-Asl: per approvare il project financing Maltauro per la ristrutturazione e l'ampliamento dell'ospedale di Chieti, il […]
  • La diffida in ParlamentoAprile 19, 2017 La diffida in Parlamento La diffida per Maltauro alla Asl di Chieti non piace a nessuno. Non piace al presidente della Commissione di vigilanza Mauro Febbo, storico nemico del project financing, ma ci sta tutta. […]