·Monticelli, troppo Luciano·

Sovraesposto, onnisciente, col dono dell’ubiquità. Capace di postare sul suo profilo Face il primo commento ( spesso in risposta a chi gli smonta entusiasmi da gare d’appalti, concorsi e fondi) alle 8 del mattino per poi proseguire con tagli del nastro, sopralluoghi, riunioni, vertici di partito e chi più ne ha più ne metta fino a notte fonda. E’ il sudato destino dei “Luciano” in Abruzzo.

L’incontenibile in questione è Monticelli: passato dalla tranquilla vita, amministrativa e non solo, dei piccoli comuni rivieraschi del Teramano alla ribalta della corte di Dalfy dove ci si salva (e manco è detto) solo se si corre da mattina a sera, solo se si posta di tutto, solo se si tagga chiunque e si dimostra di possedere una macchina spazio-temporale che nemmeno la più fervida immaginazione hollywoodiana sarebbe capace di dirigere. Basta un rapido e distratto sguardo ai profili social di Monticelli per non invidiarne i ritmi di non vita. L’ombra di Dalfy, una delle tante in realtà, sembra nato per uno degli sport politicamente più diffusi in Italia (e l’Abruzzo non fa eccezione): il salto del consigliere da un tavolo ad un altro senza passare per il via. Monticelli su questo podio non è secondo nemmeno al suo inseguitissimo Presidente: lo supera e di parecchio. E veniamo al consiglio, niente affatto sgarbato (!) apprezzando per natura i non pigri: non sarà troppo? Non rischia questa di essere una comunicazione isterica, confusionaria, autoreferenziale e troppo competitiva persino con i propri di limiti semplicemente umani? Che direbbe, caro Luciano, di tutti “sti” tavoli ai quali ti siedi a decine ogni giorno zio Remo che disdegnava pubblicamente, definendoli senza pudore scollati dalla realtà, persino i tavoli ministeriali che era tenuto a presiedere? Meno Luciano, meno e se all’anagrafe hai un secondo nome giocatelo in fretta e rallenta.





Articoli correlati

  • Gatti da pelareNovembre 18, 2015 Gatti da pelare Forse è molto conteso, o forse no. Forse giocano su più tavoli, il conteso e il contendente, o forse è una partita più complessa. Tipo: vediamo chi la spunta, io o Tommaso Ginoble. Paolo […]
  • E Paolucci ci mette il bicipiteDicembre 16, 2017 E Paolucci ci mette il bicipite Disinvolto, palestrato, con la maglietta della salute rigorosamente bianca e un Luciano ridacchiante accanto. Ha deciso di metterci il bicipite, più che la faccia, l’assessore regionale […]
  • Il mio Masterplan è più lungoSettembre 27, 2017 Il mio Masterplan è più lungo E’ andata via così una giornata intera: a misurare l’altezza (o la lunghezza) dei rispettivi Masterplan. E’ andata via una giornata di foto, ricerche, risposte, comunicati, e sì alla fine […]
  • Teodoro santo subito, solo nei quizOttobre 21, 2017 Teodoro santo subito, solo nei quiz Nato nel 1796 sotto il nome di Arcibaldo Teodoro: in una vita precedente lottò per la sua fede e per questo lo fecero santo. In questa vita, invece, passerà alla storia della politica […]