·Come mai non siamo Lotti·

Annunciato ai primi di ottobre, cancellato di fatto in corso d’opera. Niente, Luca Lotti sottosegretario alla presidenza del Consiglio, non è venuto (e non verrà) alla presentazione del Masterplan Abruzzo.

Luca Lotti

Luca Lotti

La sua visita era programmata per il 15 ottobre scorso, ma il 15 è passato senza neanche un rigo di scuse. Il presidente della Regione Luciano D’Alfonso l’intervento di Lotti all’Aquila l’aveva annunciato il 2 ottobre scorso con tanto di comunicato e post sulla sua bacheca Facebook. Adesso pare che si accontenterà di un giro per le quattro province abruzzesi alla presenza dei segretari provinciali del Pd. Comincerà il prossimo 22 ottobre a Chieti, con schierati al suo fianco Silvio Paolucci e Camillo D’Alessandro, in quanto chietini. Poi a ruota nelle altre città capoluogo.

La riunione per il masterplan

La riunione per il masterplan

E niente, come le virtù: tramontato Lotti, forse intimorito dal fronte anti-trivelle, il masterplan il governatore lo presenterà con quello che passa la dispensa.




Articoli correlati

  • Provaci ancora, MaltauroSettembre 7, 2016 Provaci ancora, Maltauro Ci sarà una terza edizione del progetto, una terza chance per il raggruppamento temporaneo di imprese costituito da Giuseppe Maltauro spa, l’Azienda bresciana petroli Novicelli e Finanza e […]
  • Metti una sera a cena con LottiOttobre 3, 2018 Metti una sera a cena con Lotti Metti una sera a cena: zona periferica, molto trafficata e di passaggio. Vicina all'uscita dell'autostrada. Comoda per chi arriva da Roma, e per chi arriva dai centri vicini. E […]
  • Bocciato il MasterplanDicembre 1, 2015 Bocciato il Masterplan Niente, non ne imbrocca una. Il masterplan della Regione Abruzzo, quello dei maxi tavoli con intorno fior di professionisti professoroni consulenti per tutte le stagioni e per tutti i […]
  • La Regione sbaglia hubOttobre 8, 2015 La Regione sbaglia hub "E' bene pensare alla creazione di un Ab: sistema e università ricerca regionale”. Non è una parola nuova, né il frutto della fantasia linguistica del Presidente Luciano D'Alfonso. […]