·Masci, tuffo (disastroso) alle Naiadi·

Un gigantesco epic fail. Tra l’altro proprio nel giorno in cui viene dichiarato il fallimento delle Naiadi. Il candidato sindaco del Comune di Pescara in quota centrodestra Carlo Masci, di mattina presto si sveglia e si accorge che tutti parlano delle Naiadi e dello stato vergognoso in cui versa il complesso sportivo, sede indimenticata del Festival del jazz. Mica poteva mancare lui, e così scrive di getto quattro righe. Peccato però che non si sia accorto che uno degli ultimi gestori della societa fallitaVincenzo Serraiocco e’ in lista con lui, candidato con l’Udc nella sua coalizione (alle Regionali correva con Forza Italia, ma che importa: candidarsi è la parola d’ordine). E così il suo post diventa un boomerang: i lettori, almeno alcuni, glielo fanno notare ma lui non risponde.

Sì, proprio ieri è stata dichiarata fallita la Progetto Sport gestione impianti, società che gestisce le piscine Naiadi di Pescara, di cui è proprietaria la Regione Abruzzo. A presentare istanza di fallimento il pm Silvia Santoro nel luglio 2018.

La Progetto Sport ad aprile ha ottenuto dalla Regione una proroga per gestire la struttura fino al30 giugno, in attesa del del bando per dotare la piscina di un nuovo gestore, contro cui la Sport Impianti ha fatto però ricorso.


“Le Naiadi – scriveva Masci martedì mattina – la nostra cittadella degli sport natatori, la nostra prima piazza per i grandi concerti, il nostro sogno da bambini di diventare campioni, tutti noi pescaresi abbiamo vissuto lì  emozioni che rimarranno per sempre nei nostri cuori. Quel gioiello d’acqua e verde dovrà  tornare a vivere per dare gioia ai pescaresi e bellezza alla città”. 


Naturalmente, il comitato di Marinella Sclocco, candidata sindaco del centrosinistra, ci si butta a pesce. Scrive il candidato Claudio Mastrangelo:

Marine’, quando becchi Carletto (Masci) che è in vena di post poetici, non è che gli puoi chiedere se il Vincenzo Serraiocco candidato con lui nell’UDC è un omonimo di quel gestore delle Naiadi che un anno fa prometteva di investire 500.000 euro prima di candidarsi alla Regione e ora al Comune? E magari pure se è quel Vincenzo Serraiocco al centro delle polemiche a Lanciano, perché alla piscina “Le Gemelle” da lui gestita, manca da mesi il riscaldamento e 40 addetti e istruttori sono in agitazione?

Sì, è proprio lui. Ed è persino d’accordo con Masci, così d’accordo che gli ha messo un like (anche se, a dirla tutta, c’è una querelle tra la Sport Life di Serraiocco, che gestisce alcune attività nella piscine e la Progetto sport per via di alcuni canoni non pagati)

ps: Che coincidenze eh?




Articoli correlati

  • Tra mogli e mariti23 Maggio 2019 Tra mogli e mariti Chiaro che le mogli e i mariti facciano il tifo. Ma come lo fa Sabrina Ricci, consorte del prof Stefano Civitarese, candidato sindaco per il Comune di Pescara di Coalizione civica, […]
  • La vendetta della Lega parte da Regione e Comune di Pescara9 Ottobre 2020 La vendetta della Lega parte da Regione e Comune di Pescara Non vogliono solo la testa di Mauro Febbo, vogliono un rimpasto nella giunta regionale d'Abruzzo che finalmente rimetta in equilibrio i rapporti di forza all’interno del centrodestra, […]
  • Falsa partenza per Di Stefano23 Settembre 2020 Falsa partenza per Di Stefano Non ce l’ha fatta a vincere al primo turno il candidato della Lega Fabrizio Di Stefano e il nuovo sindaco di Chieti uscirà dal ballottaggio del 4 ottobre prossimo: l’ex parlamentare di An […]
  • D’Incecco, il murale e lo scivolone30 Gennaio 2020 D’Incecco, il murale e lo scivolone Non gliene va bene una: povero Vincenzo D’Incecco, a forza di buttarla in caciara (e in politica, stile Salvini), ecco qua che finisce nelle grinfie social di Marinella Sclocco, che ieri […]