·Marsilio, incarico alla moglie di Fioretti·

Tanto pregò che piovve: un incarico, naturalmente. Un incarico nuovo di zecca per Caterina Longo, moglie dell’assessore regionale Piero Fioretti che ieri è stata nominata dal presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio alla Commissione per le adozioni internazionali. Insieme a Marsilio, lo sorso 18 luglio, col pretesto di accompagnare il marito all’assemblea generale dell’assemblea della Euroregione Adriatico Ionica, andò a Medjugorje, per la preghiera di rito. Che ora è andata a buon fine: l’incarico è piovuto nel pomeriggio di giovedì e ha fatto andare su tutte le furie il segretario della Lega Giuseppe Bellachioma che come un fulmine ha fatto irruzione nello studio di Marsilio all’Aquila accompagnato da tre consiglieri e dal capogruppo urlando le peggio cose. 

Tutti e tre, Fioretti Marsilio e Longo, a Medjugorje

Perché è vero che Fioretti era il braccio destro di Bellachioma, in pratica il suo factotum, e che lo stesso Bellachioma si era fatto in quattro per farlo nominare assessore (esterno): ma lui adesso, ottenuta la poltrona, si è ribellato al suo benefattore e fa tutto di testa sua. Tanto che Bellachioma gli ha revocato gli incarichi di partito e lo tiene sotto schiaffo.

Sempre loro a Mostar

Così giovedì sera Bellachioma ha intimato a Marsilio di ritirare l’incarico alla Longo, e addirittura ha chiesto la testa di Fioretti, cioè la revoca delle deleghe da assessore. Insomma, un apriti cielo e Marsilio di nuovo con le spalle al muro. Le urla si sono sentite dappertutto: non c’è solo l’affronto subito ma anche la reputazione della Lega da difendere. Anche alla luce del fatto che domenica alle 18.30 arriverà Salvini a Martinsicuro per un incontro con tutti gli assessori regionali: una specie di briefing in vista della campagna di autunno. E probabilmente Bellachioma vuole presentarsi con tutte le carte in regola. 

Bellachioma e Marsilio ai bei tempi

Lui, il governatore, racconta chi ha assistito al blitz, si è difeso dicendo che quel nome era stato fatto da Fioretti e che lui manco la conosce quella donna. Affermazione che a quanto pare ha fatto imbestialire ancora di più Bellachioma, che gli ha ricordato proprio il viaggio a Mostar e a Medjugorje, dando il via a una lavata di panni in formato planetario. 

La Longo con Salvini

Marsilio, dal canto suo, dimostra con questa nomina di essere molto sensibile ai ménage familiari, visto che da quando si è insediato ha imbarcato tre mogli: quella del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, nella sua segreteria; quella dell’uomo che gli ha curato la campagna elettorale, Michele Russo, nel suo staff; e ora la moglie di un assessore. 

La Longo era finita anche sui giornali teramani per un incarico di recupero credito nei confronti dell’Ato, una delibera che fu motivo di contrasto (racconta i Duepunti) tra il sindaco di Campli Quaresimale e l’assessore al Bilancio Federico Agostinelli. La Longo, avvocato con studio a Roseto, per quell’incarico ebbe 15 mila euro. L’avvocatessa fu anche candidata al Senato, in lista subito dopo Bagnai in quota Lega, con l’obiettivo di incoronarla senatrice visto che sicuramente l’economista avrebbe optato per un altro collegio, ma così non è stato.

Piero Fioretti

 Una candidatura che all’epoca provocò molta rabbia tra i militanti proprio perché la Longo è la moglie di Fioretti e soprattutto non era stata in grado di fare la lista della Lega a Roseto, città in cui vive. La donna, c’è da dire, era stata già candidata alle Regionali con Gianni Chiodi, riportando soltanto 160 voti. 

ps: Ecco qui un altro fiore all’occhiello per Marsilio, che in sei mesi di governo si è prodotto in una mole di incarichi e di nomine e nulla più.




Articoli correlati

  • Addio mia Bellachioma1 Ottobre 2019 Addio mia Bellachioma Pagherà Giuseppe Bellachioma, a quanto pare, perché era stato lui a spingere perché Fioretti entrasse in giunta, lui a dire a Marsilio che l’unico referente della Lega nell’esecutivo […]
  • Terremoto nella Lega, dalla Regione a Pescara3 Ottobre 2019 Terremoto nella Lega, dalla Regione a Pescara Tutti che pendono dalle labbra di Matteo Salvini. Riunione lunghissima, quella di ieri sera a Roma per decidere come risolvere la parentopoli abruzzese della Lega. Anche Giuseppe […]
  • Parentopoli Lega: via la Longo, entra Scalera25 Ottobre 2019 Parentopoli Lega: via la Longo, entra Scalera E’ vero, Caterina Longo, la moglie dell’assessore regionale Piero Fioretti, si è dimessa, così come le aveva chiesto di fare il nuovo coordinatore della Lega Luigi D’Eramo appena […]
  • Fioretti resta, la moglie lascia4 Ottobre 2019 Fioretti resta, la moglie lascia La Lega archivia Bellachioma e salva Fioretti. C’è bisogno di pace, di un segnale di distensione, e di non aprire altri fronti di conflitto: per questo motivo il neo coordinatore del […]