·Marsilio, i polli e la kefiah·

No, non siamo a Dubai. Ma a Mosciano Sant’Angelo, in provincia di Teramo. Il presidente della Regione Marco Marsilio è in visita allo stabilimento del Gruppo Amadori, e invece della solita cuffietta igienica sfoggia una Kefiah, sempre di plastica. Il risultato è irresistibile.

E Pagano imita Trump (sic!)

In quest’altra foto invece il senatore di Forza Italia Nazario Pagano è a Varsavia, in qualità di presidente dell’Intergruppo parlamentare di amicizia Italia-Polonia a colloquio col presidente del Senato polacco. Al suo fianco la moglie Graziella. Deve aver equivocato, e dopo aver visto Trump in giro con la bellissima moglie al seguito, ha pensato di fare lo stesso: peccato che Nazi non è presidente degli Usa ma un semplice senatore, e poi una cosa è farsi accompagnare dalla consorte, un’altra farla accomodare al tavolo col presidente del Senato polacco. Insomma, al senatore-coordinatore gli ha un po’ preso di mano.




Articoli correlati

  • Centrodestra in fiamme, sotto attacco il duo Sospiri-Marsilio7 Dicembre 2019 Centrodestra in fiamme, sotto attacco il duo Sospiri-Marsilio Un apriti cielo: Paolo Gatti alla Corte dei Conti non sta né in cielo né in terra, dicono quasi all’unisono Nazario Pagano di Forza Italia e Luigi D’Eramo della Lega e con una manovra a […]
  • La sorpresa di Pasquetta28 Aprile 2019 La sorpresa di Pasquetta La foglia di fico l’indossano due giorni dopo che il tribunale certifica il fallimento delle Naiadi, quasi in contemporanea alla figuraccia del candidato sindaco Carlo Masci che scrive su […]
  • Dove la Lega non lega17 Aprile 2019 Dove la Lega non lega Se c’è un posto dove il centrodestra si ritrova in mille pezzi questo è Giulianova: qui c’è un candidato imposto dalla Lega, Pietro Tribuiani, molto vicino a Piero Fioretti (assessore […]
  • Centrodestra, salta tutto22 Marzo 2019 Centrodestra, salta tutto Bocce ferme, fermissime. Non basterà un sondaggio a sbloccare la scelta del candidato sindaco di Forza Italia: intanto perché è tardi, e poi perché i contendenti sono scappati. Marcello […]