·L’ombrellone porta consiglio·

Una frase che gli era costata anche una certa freddezza col presidente Luciano D’Alfonso, proprio all’inizio del suo mandato da sindaco:

“Il mio ideale politico e umano? Giovanni Legnini”.

Disse così Marco Alessandrini appena eletto in un’intervista al Centro e il giorno dopo gli si scatenarono contro tuoni e fulmini dalfonsiani. Gelosia alle stelle. Gliela fece pagare il governatore, e ancora oggi, si racconta, se può uno sgambetto glielo mette: è uno che non dimentica e la rivalità col vice presidente del Csm continua a viverla molto male.
Ma siccome nel momento del bisogno (e della difficoltà) vanno tutti da Legnini, ieri il sindaco di Pescara non ha fatto eccezione. Rimpasto quando e come, Veronica sì o Veronica no, la sostituzione della Scotolati con la Di Carlo, le pressioni, le richieste sempre più esorbitanti dei Teodoro: insomma, Alessandrini al momento non sa proprio che pesci prendere. Logico che voglia un consiglio, anche perchè a metterci (o rimetterci) la faccia è sempre lui.
E poi la candidatura alle Politiche: il sindaco ci sta facendo un pensierino ma siccome in tanti sono in lista di attesa, è chiaro che voglia il parere da chi, prima di assumere una carica istituzionale così importante, ha vissuto da vicino la politica romana.

Legnini e Alessandrini a un convegno

Così ieri Alessandrini ha trascorso due ore sotto la palma dello stabilimento Riva d’Oro alla Pineta di Pescara col vice presidente del Csm Giovanni Legnini e la moglie Anna Rita (e l’auto della scorta, parcheggiata in mezzo alla carreggiata davanti a un’aiola spartitraffico, naturalmente per motivi di sicurezza, non è passata inosservata ai bagnanti di Riva d’Oro).

ps: della serie: la saggezza è merce rara in questa Regione, meglio cercare a Roma. Non si sa mai.




Articoli correlati

  • La lunga notte di RoccamoriceAgosto 13, 2017 La lunga notte di Roccamorice “Se devo morire, preferisco morire in battaglia”: dice così Giuliano Diodati, mezz'ora prima del vertice della corrente convocato ieri sera a Roccamorice, con l’assessore regionale Donato […]
  • Di Matteo, il retroscena su DiodatiNovembre 9, 2018 Di Matteo, il retroscena su Diodati Di Matteo a testa bassa. Accuse alla gestione accentratrice di Luciano D’Alfonso alla Regione, alla visione anti-democratica dell’ex governatore, all’assenza di politiche sociali e per […]
  • Il prezzo del rimpastoAgosto 12, 2017 Il prezzo del rimpasto Le trattative sono andate avanti per tutta la notte: l’agnello da sacrificare è Giuliano Diodati, così ha deciso il Pd, e non è proprio un agnello da quattro soldi. E’ un uomo di Di […]
  • L’assessore allo SpotAprile 13, 2017 L’assessore allo Spot Due video in un giorno solo, due spot per la sua amministrazione. Niente male, per il sindaco di Pescara Marco Alessandrini che ieri si è giocato la carta dei video sui social per smentire […]