·L’Europa e’ servita: a tavola·

E dopo, tutti a tavola. Con tanti saluti alle sfide dell’Europa. Il convegno con Romano Prodi approda alla fine al Caffè Les Paillottes di Pescara, dove lo chef Matteo Iannaccone ha approntato un menù apposta per l’allegra tavolata.

Il tavolo

Il tavolo

Ci teneva, il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, a far venire l’ex premier in Abruzzo, e l’ha accolto con tutti gli onori. Ci teneva a esibire un Prodi sorridente, dopo lo smacco della campagna elettorale quando lui, ancora candidato e non ancora presidente, prese la macchina e un manipolo di fedelissimi e si presentò a Bologna per incontrarlo. E nelle foto che poi maldestramente sguinzagliò sul web, c’era un Prodi ingrugnito e visibilmente contrariato che poi precisò pure che lui a D’Alfonso non faceva nessun assist.

Prodi spiega, Mattoscio ascolta

Prodi spiega, Mattoscio ascolta

Ora parla Mattoscio

Ora parla Mattoscio

Altra aria ieri, al convegno, sponsorizzato anche da Ipa (il programma di cooperazione transfrontaliero al quale pochi giorni fa la commissione europea ha sospeso i pagamenti per errori nella gestione da parte della Regione), con Prodi sorridente e divertito, soprattutto in presenza della consigliera di Sel Daniela Santroni, unica donna ammessa tra i commensali. Il menù non proprio da un boccone e via: aperitivo di benvenuto, insalata di mare con pomodorini, fagiolini e crostacei, mezzi paccheri allo scoglio con scarola e granella di noci, filetto di rombo in crosta di tartufo con purea di patate e misticanza di campo. Per dessert il cremoso al caffè che pare sia una specialità della casa. Insomma, non è stato proprio un brodino. Più che sfide dell’Europa sono state sfide de’ panza.

Il menù in onore di Prodi

Il menù in onore di Prodi

Guardate le foto: a tavola con l’ex premier, in maglia verde, Daniela Santroni, poi il presidente dimissionario della Saga Nicola Mattoscio, non visibile Luciano D’Amico, rettore dell’università di Teramo e presidente di Tua, Lucio Caracciolo direttore di Limes, il generale Giuseppe Cucchi (con i baffi), consigliere scientifico di Limes. Dietro il tavolo, in piedi, si vedono Luciano D’Alfonso e Camillo D’Alessandro, intento con il pasto a smaltire gli effetti del rimpasto.

Prodi e la Santroni (di spalle)

Prodi e la Santroni 2

Prodi e la Santroni 2

Prodi e la Santroni 1

Prodi e la Santroni 3

Prodi e la Santroni 3

E insomma, si sono tutti divertiti molto, a quanto pare. Prodi, finalmente riconciliato con D’Alfonso, elargisce barzellette alla Santroni, Mattoscio in maniche di camicia rivaleggia in materia economica, e presidente ed ex sottosegretario già pensano a cosa li aspetta domani.

Ma domani, almeno sul fronte Sel, non li aspetta nulla: Gianni Melilla in prima fila al convegno. E la Santroni l’hanno presa per la gola. #mazzoccastaisereno





Articoli correlati

  • Prendo il bus o prendo l’aereo?Ottobre 20, 2015 Prendo il bus o prendo l’aereo? O sceglie l'autobus o sceglie l'aereo. Anche perchè la coperta è corta e non basta per tutti. Ci sono in ballo cinque milioni di euro della Regione, e se li contendono la Saga guidata da […]
  • Ci rimette MarinellaSettembre 15, 2015 Ci rimette Marinella Le deleghe le hanno annunciate mezz'ora prima che arrivasse Romano Prodi a Pescara, che sennò sarebbe stata una figura di cavolo. Tutto secondo copione: ad Andrea Gerosolimo, la new entry, […]
  • Un piano per il ponteGennaio 28, 2016 Un piano per il ponte Smentiti. Non dall'opposizione, e ci starebbe pure. Non solo da Maurizio Acerbo di Rifondazione che si sta sgolando da un mese. Smentiti da un alleato, sbugiardati con cifre e documenti […]
  • Gatti da pelareNovembre 18, 2015 Gatti da pelare Forse è molto conteso, o forse no. Forse giocano su più tavoli, il conteso e il contendente, o forse è una partita più complessa. Tipo: vediamo chi la spunta, io o Tommaso Ginoble. Paolo […]