·Lavoro, le donne messe malissimo·

E’ pessima secondo il Cresa (Centro regionale di studi e ricerche economico-sociali), la situazione delle lavoratrici abruzzesi: rispetto a quelle italiane sono più istruite, ma stanno messe peggio sul lavoro. E cioè il 64,8 delle abruzzesi rispetto a 61,7 italiane hanno un titolo di studio secondario superiore su 100 donne di età tra 25 e 64 anni, a cui si accompagna una minore frequenza degli abbandoni scolastici. Ma di contro in Abruzzo c’è un minore tasso di occupazione (44,6 abruzzesi rispetto a 48,1 italiane su 100 donne tra 15 e 64 anni), una maggiore disoccupazione (15,2 abruzzesi rispetto a 12,8 italiane cercano occupazione su 100 donne nel mercato del lavoro), una minore presenza di donne lavoratrici con figli.

 

Anche la qualità del lavoro femminile in Abruzzo presenta problemi più pesanti che in Italia a causa della minore stabilizzazione dei precari (su 100 occupate in lavori instabili 6,3 abruzzesi rispetto alle 18,7 italiane dopo un anno svolgono un lavoro stabile), il maggior peso di precari permanenti (su 100 lavoratrici a tempo determinato 23,9 abruzzesi rispetto a 21,1 italiane hanno iniziato l’attuale lavoro da almeno 5 anni), la maggiore diffusione dei contratti part time di tipo involontario (su 100 lavoratrici part time 21,6 abruzzesi rispetto a 19,4 italiane non sono riuscite a trovarlo full time), il maggior numero di lavoratrici sovraistruite (su 100 lavoratrici 29,2 abruzzesi rispetto a 25,2 italiane posseggono un titolo di studio superiore a quello necessario per svolgere le mansioni assegnate) e i più pesanti divari retributivi (ponendo pari a 100 la retribuzione maschile in Abruzzo le donne percepiscono il 37,3% in meno rispetto al 31,4% in meno delle italiane).

ps: insomma, per il centrosinistra al governo della Regione non è proprio una bella immagine.





Articoli correlati

  • La ripresa è un fallimentoFeb 16, 2016 La ripresa è un fallimento E mentre ieri la giunta regionale si misurava i muscoli davanti allo specchio, e i risponditori automatici del presidente Luciano D'Alfonso venivano sguinzagliati a botte di comunicati per […]
  • Donne in cerca di guaiMar 16, 2016 Donne in cerca di guai O sono troppo incinte, o troppo casalinghe o troppo brutte. Come vai vai, per le donne in politica e' un momentaccio. Il caso di Giorgia Meloni a Roma o di Patrizia Bedori a Milano, […]
  • Encomiata e censurataAgo 22, 2015 Encomiata e censurata E' una nota durissima. Un richiamo a leggi e regolamenti. Una seconda lettera che elenca i diritti delle donne, le norme a garanzia della salute e della maternità che la responsabile delle […]
  • Università, quanto fango sulle profOtt 26, 2018 Università, quanto fango sulle prof Promuovere le donne è impossibile. Lettere anonime, pettegolezzi sessuali, commenti volgari e diffamatori. La denuncia è del rettore della Normale di Pisa, Vincenzo Barone (nomen omen) in […]