·L’assentometro, ecco chi è in vetta·

Il meno presente tra i deputati, per non dire il più assente, è Gianluca Vacca, del Movimento 5 stelle, presente ai lavori parlamentari solo in occasione di 774 sedute su 4.603, e assente nel 4,74 per cento dei casi (da notare pero’ che il dato si riferisce al periodo in cui era sottosegretario al Mibact, quindi spesso in missione). La rilevazione è di Openpolis e occorre precisare che con assenza si intendono i casi di “non partecipazione al voto, sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente, e non in missione, sia quello in cui è presente ma non vota). Lo segue a ruota Antonio Martino, Forza Italia, presente solo a 1474 sedute su 4.603 e una percentuale di presenza ai lavori parlamentari del 32,02 per cento. Le assenze sono pari al 67,98 per cento. La più diligente, in quanto a presenze, è Carmela Grippa, del Movimento 5 stelle, col 98,2 per cento di presenze e solo 1,80 per cento di assenze. 

Non spicca per diligenza neppure Gianfranco Rotondi, di Forza Italia, presente solo nel 49,82 per cento dei casi, cioè quasi alla metà delle sedute e assente al 50,18 per cento.

Nella norma tutti gli altri, a partire da Giuseppe Bellachioma (Lega, presente nell’86,56 per cento delle sedute, Fabio Berardino (5 stelle), con una percentuale altissima di presenze, il 92,88 per cento, meno diligente Andrea Colletti presente al 65,23 delle sedute,Valentina Corneli (90,83), Camillo D’Alessandro (Pd), presente a 3.783 sedute su 4.604 e quindi con una percentuale dell’82,17 per cento; anche Luigi D’Eramo, nonostante gli incarichi di coordinatore della Lega in Puglia e in Abruzzo, registra l’89,44 per cento di presenze, Daniele Del Grosso (5 stelle) l’86,88, Stefania Pezzopane (Pd) il 91,81, Daniela Torto (5 stelle) il 91,94, Antonio Zennaro (5 stelle) l’81,58.

Al Senato il più presente è il pentastellato Primo Di Nicola col 98,29 per cento di presenze; il meno diligente ma solo in rapporto ai colleghi abruzzesi è Gaetano Quagliariello (Fi), col 76,78 per cento di presenze, accompagnato da Nazario Pagano (Forza Italia) con l’80,03 per cento di presenze. I senatori, in genere, sono tutti molto presenti: da Gabriella Di Girolamo (5 stelle) col 97,32 per cento, Luciano D’Alfonso (Pd) col 96,52, Gianluca Castaldi (5 stelle), col 94,88 (e lui è anche sottosegretario) e Alberto Bagnai col 92,88 per cento.




Articoli correlati

  • Sono Razzi per tutti2 Dicembre 2015 Sono Razzi per tutti Farebbe piazza pulita, lui. Se gli facessero fare il commissario di Forza Italia in Abruzzo, naturalmente. Ma Antonio Razzi, nonostante sia pappa e ciccia con Silvio Berlusconi, non lo […]
  • Dalfy affonda il Pd6 Marzo 2018 Dalfy affonda il Pd Segni particolari: scompaiono dalla bacheca Facebook la foto del voto di domenica, lui in completo blu in posa con gli scrutatori, e prima volta nella storia social del governatore, […]
  • La vita di un uomo vale 5 mila euro17 Luglio 2018 La vita di un uomo vale 5 mila euro Vale cinquemila euro la vita di un uomo, di un familiare, di un figlio, di un papà o di una mamma, vale cinquemila euro la vita di uno studente che ha perso la vita all’Aquila, perché è lì […]
  • Esclusi per turpiloquio22 Gennaio 2018 Esclusi per turpiloquio Ed eccoli i candidati Cinquestelle al Parlamento. Una lista di nomi, ai quali sono affiancati dei supplenti (in caso di indisponibilità o di problemi che dovessero subentrare di qui al 4 […]