·L’Aquila ma sembra la Rocca·

Di questo passo anche il patrono San Massimo rischia di essere sostituito da San Leucio. E chissà se la Perdonanza celestiniana verrà insidiata dalla gara del solco dritto. Al di là del Cencelli e delle alchimie di coalizione, l’ingresso nella giunta comunale aquilana di Giovanni Cocciante, neo assessore alle finanze al posto dell’Idv Lelio De Santis, significa in primo luogo una cosa: la trazione dell’amministrazione Cialente e’ sempre più sbilanciata verso Rocca di Mezzo.

Cocciante con Cialente

Cocciante con Cialente

Prima di Cocciante, che della perla dell’altipiano e’ stato sindaco durante la prima Repubblica, Maurizio Capri passato in corsa dal ruolo di capogruppo Pd a quello di assessore ai lavori pubblici. E prima di tutti Carlo Benedetti, presidente del Consiglio comunale negli ultimi due quinquenni, cambiando targa dai Comunisti italiani al Partito democratico, ma sempre con il cuore altrove. Alla Rocca, dove si è fatto le ossa da giovanissimo consigliere comunale.

Maurizio Capri

Maurizio Capri

Una maggioranza nella maggioranza di centrosinistra, con tutte le varianti cromatiche: dal rosa tenue di Cocciante, ex esponente del Psdi, al rosso nostalgia di Benedetti, l’unico migliorista passato alla storia per l’appoggio all’invasione sovietica dell’Afganistan. Passando per il color garofano del primo amore di Maurizio Capri. Le amministrazioni comunali dell’Aquila-città territorio hanno sempre sofferto del difficile rapporto tra città intra moenia e frazioni. La lunga marcia dei rocchigiani amplia il conflitto al circondario.

Carlo Benedetti

Carlo Benedetti

E forse pone le basi per l’Opa dell’altipiano sulla fascia tricolore che Massimo Cialente lascerà tra due anni per raggiunto limite di mandati.





Articoli correlati

  • Regione-L’Aquila, gran ballo del PdMarzo 7, 2016 Regione-L’Aquila, gran ballo del Pd Ci pensa per tempo, lui. Lo ha sempre fatto: da capogruppo pd di opposizione sperava di fare il parlamentare ma poi Luciano D'Alfonso gli ha detto che aveva bisogno di lui alla Regione, e […]
  • Attenti all’AquilaMaggio 23, 2016 Attenti all’Aquila Sembra una battaglia tutta aquilana uno scontro per le candidature una resa dei conti una guerra dei nervi. E in parte lo è. Ma è da qui, L'Aquila Abruzzo Italia, che parte la crociata […]
  • Noi con Salvini, lui da soloSettembre 4, 2015 Noi con Salvini, lui da solo Potevano tornare in Forza Italia, accontentarsi di Ncd, trovare una scorciatoia centrista. Insomma, potevano fare qualsiasi cosa ma hanno preferito dargli uno schiaffo in faccia. Perchè […]
  • La lunga notte di RoccamoriceAgosto 13, 2017 La lunga notte di Roccamorice “Se devo morire, preferisco morire in battaglia”: dice così Giuliano Diodati, mezz'ora prima del vertice della corrente convocato ieri sera a Roccamorice, con l’assessore regionale Donato […]