·L’aeromorto d’Abruzzo·

matt

Una porta sul mondo. Perché parti da Pescara e vai dove vuoi. Pescara-Roma e poi il resto del mondo. Era il biglietto da visita del nuovo cda della Saga ma è durato solo un anno: due giorni fa il biglietto Pescara-Roma è stato stato strappato in quattro pezzi da Alitalia. Niente più collegamenti aerei con la capitale, cancellati in un sol colpo a partire dal 29 marzo i tre voli giornalieri Alitalia-Etihad perchè altro che mondo, su quei voli non viaggia nessuno e le perdite sono insostenibili.

Così, dopo Ryanair è il secondo schiaffo all’Abruzzo e al suo aeroporto. Certo, non ci sarebbe voluto tanto a capire che quale collegamento col mondo, a Roma è molto ma molto più comodo ed economico andare in bus o in auto, e ora la Regione opportunamente sta pensando a velocizzare la linea ferroviaria. Ma c’era bisogno di fumo negli occhi. E così mamma ho perso l’aereo, anzi due.

Mattoscio e D'Alfonso

Mattoscio e D’Alfonso

Alitalia sospende a causa della

<consistente perdita economica che renderebbe insostenibile il mantenimento dei voli>.

La decisione arriva nonostante le pressioni ricevute dalla Saga, che ha chiesto da mesi ad Alitalia di evitare la sospensione dei voli, offrendo in cambio incentivazioni, naturalmente a spese nostre. Così come ha fatto con Ryanair.

E insomma, tutto pur di non rimetterci la faccia.

<Le naturali perdite che si determinano in fase di start up – commenta la Saga – sono state evidentemente ritenute troppo elevate rispetto al fatturato complessivo conseguito, anche considerando quello associato alle prosecuzioni sul resto della rete>.

Saga critica Alitalia

<per il limitato orizzonte temporale concesso all’avvio dell’investimento dei voli su Pescara>.

Insomma, secondo Saga sarebbe stato meglio aspettare altro tempo per capire che quel volo non serve, è inutile e antieconomico. Al solo scopo di lasciare affisso sulla bacheca dell’aeroporto di Pescara quell’inutile orpello. Ma niente, tanto quest’estate arriva l’idrovolante, sai che divertimento.

Ps: Il presidente del cda Saga Nicola Mattoscio ha preso un aeroporto e ci ha lasciato un aeromorto. Amen.




Articoli correlati

  • Una badante per la Saga21 Aprile 2016 Una badante per la Saga Lui ha perso l'aereo ma ha recuperato in corsa un pullman. Meglio che niente. Alitalia ha cancellato i voli Pescara-Roma ma in compenso ha annunciato che al posto dei tre collegamenti […]
  • Prendo il bus o prendo l’aereo?20 Ottobre 2015 Prendo il bus o prendo l’aereo? O sceglie l'autobus o sceglie l'aereo. Anche perchè la coperta è corta e non basta per tutti. Ci sono in ballo cinque milioni di euro della Regione, e se li contendono la Saga guidata da […]
  • Ryanair, il peccato originale6 Febbraio 2016 Ryanair, il peccato originale Un'interrogazione della parlamentare Daniela Aiuto, un'ispezione del ministero con una lunga lista di rilievi. E alla fine un'inchiesta con tanto di superperizia. Adesso l'addio della […]
  • Asfalto & fanfare9 Marzo 2017 Asfalto & fanfare Squilli di tromba, doppiopetti e schieramenti di ordinanza. L’Abruzzo è l’unica regione al mondo dove viene organizzata una conferenza stampa e pure in pompa magna per inaugurare non un […]