·L’Abruzzo dal buco della serratura·

L’Abruzzo a luci rosse. Quello della stanza 114 all’hotel Sole al Pantheon, quello della Rimborsopoli abruzzese che porto’ alla ribalta la notte in albergo dell’ex governatore Gianni Chiodi con la consigliera di parità Letizia Marinelli.

Chiodi con la Marinelli

Chiodi con la Marinelli

Gianni Chiodi

Letizia Marinelli

Notti che finiscono negli atti della procura, quelle di Chiodi ma anche quelle del presidente del consiglio regionale Nazario Pagano con una serie di amiche diverse, e così  tante altre notti di tanti altri assessori. Era l’Abruzzo dell’assessore De Fanis, che pretendeva dalla segretaria un tanto di sesso a settimana. Era l’Abruzzo delle inchieste a luci rosse, ma anche delle storie d’amore un po’ anomale per i benpensanti, come quella della senatrice Pd Stefania Pezzopane col giovane spogliarellista Simone Coccia Colaiuta.

La Pezzopane col fidanzato

La Pezzopane
col fidanzato

E a un tratto tutti si sono messi a spiare dal buco della serratura. Ce n’era di torbido da mestare in Abruzzo, prometteva bene. E’ qui che nascono i ricatti hard a Gianni Chiodi e Stefania Pezzopane, ce lo racconta Marcello Ianni sul Messaggero. Bravi, bravissimi a utilizzare photoshop e a truccare video: in quattro sono indagati dalla procura antimafia dell’Aquila per ricatti alla Pezzopane e a Chiodi con l’accusa di concorso in estorsione: sono Gianfranco Marrocchi, pescarese, editore di Tv Più; Giovanni Volpe, 59 anni di Battipaglia; Raimondo Onesta, 40 anni di Roma ma residente a Pratola Peligna e Marco Minnucci, 29 anni di Fermo. Secondo la procura il gruppetto, dopo la Rimborsopoli abruzzese, iniziò a perseguitare Chiodi con la notizia di un film sulla sua love story con la Marinelli, film che sarebbe dovuto uscire alla vigilia delle elezioni regionali. Per bloccare il film, Chiodi avrebbe dovuto pagare 35 mila euro, il costo della produzione.

La foto in vasca

La foto in vasca

 

Minnucci e Marrocchi sono accusati anche di aver fatto pubblicare su un quotidiano nazionale una foto ritoccata della Pezzopane col fidanzato e un ex narcotrafficante in una vasca idromassaggio. Marrocchi avrebbe chiesto alla senatrice Pd di finanziare un progetto, in cambio avrebbe ottenuto il ritiro della foto.

Onesta con la Cuccarini

Onesta con la Cuccarini

Sia Chiodi che la Pezzopane hanno denunciato tutto. Marrocchi e Onesta hanno affidato a Facebook la loro difesa d’ufficio. Dice Onesta, famoso per le sue foto con divi, vip e politici diffuse sul suo profilo Facebook: <…io mi sono ritrovato in mezzo a questa storia solamente per aiutare il presidente Chiodi che volevo mettere in guardia. Io sono una persona che si rende sempre disponibile con tutti, non posso accettare questa assurda accusa…>. Ma non finirà qui perché c’è chi dice che nelle pieghe dell’inchiesta si nascondono i nomi di altre vittime illustri.





Articoli correlati

  • Chiodi & Gatti verso il processoSettembre 29, 2016 Chiodi & Gatti verso il processo Peculato e truffa. Le notti all’hotel Sole, stanza 114, costano caro all’ex presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi: ieri la procura di Roma ha chiesto il processo per lui, per l’ex […]
  • Teramani come cani e GattiOttobre 28, 2015 Teramani come cani e Gatti Se ne dicono di ogni, ma non in faccia. Sparano sui social, litigano, si insultano, insinuano. A colpi di post e di tweet: a Teramo si usa così. E' successo per la crisi al Comune, e poi […]
  • Liste, promossi e trombatiGennaio 26, 2018 Liste, promossi e trombati Sarà il giornalista Primo Di Nicola, direttore del quotidiano abruzzese Il Centro fino a novembre scorso, il candidato dei Cinquestelle al collegio uninominale di Pescara. La notizia, data […]
  • Pezzopane: sto con un fustaccioLuglio 24, 2018 Pezzopane: sto con un fustaccio Ah l’amore. Ma qui non è solo amore, c’è anche orgoglio, e una timida esibizione di muscoli: Stefania Pezzopane, la parlamentare Pd fidanzata con Simone Coccia Colaiuta, uomo tatuassimo di […]