·L’abisso dei pregiudizi·

Che differenza c’è tra un sindaco di centrodestra e un sindaco di centrodestra? Poche decine di chilometri di distanza, un abisso di intolleranze pregiudizi e divisioni. Così, alla fine, Filippo e Carmine si sono sposati, lontani dalla loro città ma si sono sposati. In un clima di festa, gioia e commozione, sì un po’ di commozione in più e tante lacrime in più, perchè rispetto a un’unione etero lo sanno tutti quante sofferenze e quante umiliazioni e quanti sacrifici e insulti e porte in faccia, come in questo caso, si devono subire.

IMG_3920
Uno grande stilista e uno ristoratore di successo, due persone adulte e felici, insieme da vent’anni, alle quali il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi ha detto no, che lui non se la sentiva di celebrare quell’unione, un’unione gay ma che scherziamo e ci mancherebbe altro, e non importa che c’è una legge dello Stato, la legge Cirinnà sulle unioni civili, se ne infischia lui.

IMG_3918
E allora Filippo Flocco e Carmine Pavone hanno girato i tacchi e via, e hanno scelto Atri e il bellissimo Palazzo Duchi d’Acquaviva: lì sabato si sono detti sì davanti al sindaco Gabriele Astolfi e a tantissimi amici e alla senatrice Stefania Pezzopane, che ha letto per loro una bellissima lettera con le poesie di Walt Whitman, Jaques Prevert e Nazim Hikmet, e quello che vorrei dirti di più bello non te l’ho ancora detto, ed è stato questo l’augurio di Stefy alla coppia di imprenditori che ha ricevuto in diretta pure il video-messaggio augurale di Monica Cirinnà.

La lettera della Pezopane

La lettera della Pezzopane

E mica si è limitato a celebrare e via, proprio no: Astolfi si è detto “onorato e fiero per la loro scelta e per averli ospitati ad Atri”. La festa, la commozione, la quantità di amici e volti noti che è accorsa a festeggiare Filippo e Carmine,  fornisce la portata esatta della meschinità e dell’etichetta di intolleranza alla quale Brucchi, sindaco di un’intera comunità e non certo della porzione che lo ha eletto, ha condannato la sua città.

La coppia col rettore Luciano D'Amico

La coppia col rettore Luciano D’Amico

ps: Che differenza c’è tra un sindaco di centrodestra e un sindaco di centrodestra? C’è la differenza delle idee, dei sentimenti, dell’accoglienza, dell’amore e del rispetto. E c’è la differenza dell’intelligenza, perchè è mancata pure quella.




Articoli correlati

  • Gatti finisce al museo31 Agosto 2015 Gatti finisce al museo Ebbene si, ci hanno informato tutti. Persino Il Fatto quotidiano, che se per caso se ne fosse accorto il sottosegretario Camillo D'Alessandro avrebbe scritto subito su Facebook: "Parlano […]
  • Il prete in corsia  a libro paga5 Giugno 2015 Il prete in corsia a libro paga Ai tempi della spending review. Ai tempi dei tagli ai servizi essenziali. Ai tempi dei 1.100 precari mandati a casa con un arrivederci e grazie. E, soprattutto ai tempi di Papa […]
  • Graziani chi?17 Settembre 2015 Graziani chi? Troppo presi dalla guerra alle olive all'ascolana, i teramani. Tanto che gli passa sotto il naso il compleanno di Ivan Graziani e loro, che di cultura macinano poco e niente con tanto di […]
  • Gatti ci covano davvero8 Dicembre 2015 Gatti ci covano davvero Gatti ci covano. E ci covavano davvero, nonostante le smentite fioccate, anche questa volta, su tutto il web. Il patto di Roseto, sottoscritto tra politici pizza e birra, è molto ma molto […]