·La Regione: se c’è la salute c’è tutto·

Pensate alla salute, che è meglio. E’ questo il messaggio che circola in questi giorni alla Regione Abruzzo, grazie a un opuscolo informativo distribuito a tutti i dipendenti dal dirigente Carlo Giovani della Direzione generale, lo stesso che sta facendo sgomberare la palazzina di viale Bovio perché a rischio sismico (uno al quale sta quindi a cuore la salute dei dipendenti).

 “La finalità di questa pubblicazione – spiega Giovani nella sua mail – è di fornire elementi conoscitivi per favorire l’aumento del consumo di frutta e verdura negli ambienti di vita e di lavoro”,

e così scrivendo, invita chiunque abbia un dubbio a fare una mail al medico competente della Regione.

Insomma, la Regione Abruzzo si mette a dieta, in attesa di prossimi sviluppi, in linea con le indicazioni Oms, Ministero della Salute, Istituto superiore di Sanità.
Quindi attenzione: bisogna rispettare la piramide alimentare, ricorda l’opuscolo, limitare i dolci, mangiare 2 porzioni di latte e yogurt, il pesce 3/4 volte a settimana, le uova 2 volte a settimana, 2/4 porzioni al giorno di carboidrati, 3 di verdura, 2 di frutta e via di questo passo. Poi bisogna controllare il peso, fare almeno cinque pasti al giorno, mangiare più a pranzo che a cena: insomma, nessuna rivelazione ma ciò che una popolazione mediamente salutista impara a memoria ogni giorno.
Nell’opuscolo si ricorda anche come calcolare l’indice di massa corporea, o il giro vita che è misura indiretta di adiposità, fortemente correlata al rischio di patologie cardiovascolari. E via così.


Insomma la Regione, dopo aver mandato a casa più di cento dipendenti col pensionamento anticipato, riscopre all’improvviso una premurosa attenzione per i propri dipendenti e li invita a mangiare sano per prevenire tumori e malattie cardiovascolari e anche per tenere a bada l’obesità. Una Regione amica, non c’è che dire.
ps: l’opuscolo sarebbe stato opportuno mandarlo anche agli assessori e all’ex presidente, tutti vittime di una adiposità crescente (che cresceva man mano che trascorrevano i mesi di mandato: vizi della politica, eh).





Articoli correlati

  • Sanità sprofondo sudApr 28, 2016 Sanità sprofondo sud Ci tocca applaudire: ma sempre le altre regioni. Dopo la Campania, prima ad aver firmato il Masterplan per il sud, adesso tocca alla Toscana. E' il presidente Enrico Rossi ad annunciare su […]
  • Gerosolimo, bravo 30 piùMar 19, 2016 Gerosolimo, bravo 30 più Un'altra rissa, di quelle che lasciano il segno. Scoppia a mezzo Facebook e non promette niente di buono. Un po' perché lui è già segnato, dal trappolone di Sulmona con lo smarcamento […]
  • Di Primio mollato sull’altareLug 4, 2015 Di Primio mollato sull’altare Ci contava eccome, anche se adesso fa il duro:"Con me basta un tentennamento e sei fuori", una cosa a metà tra un reality e un flirt finito male. Si era già immaginato l'invidia dei […]
  • Dalfy, pensione completaOtt 6, 2016 Dalfy, pensione completa Più sono vecchi e meglio è. Non è certo diretto ai giovani l’avviso pubblicato dalla Regione Abruzzo ieri mattina, ma ai pensionati del cerchio magico dalfonsiano. Quelli che non possono […]