·La paura fa Zappacosta·

E alla fine un po’ di paura se la sono messa. Così, dopo aver preparato la delibera di reintegro per Giancarlo Zappacosta, il direttore signorno defenestrato da Luciano D’Alfonso, e dopo che il governatore ha risposto picche facendo finta di scordarsela nel cassetto, hanno voluto metterci una pezza: non fosse mai che l’avvocato chieda i danni pure a loro.

Ebron D'Aristotile

Ebron D’Aristotile

E così il direttore delle Risorse umane Ebron D’Aristotile e il suo dirigente Fabrizio Bernardini (entrambi fedelissimi di Dalfy e in genere molto ligi), il giorno dopo la giunta andata buca, hanno fatto protocollare la delibera (in modo che resti agli atti e nessuno possa sostenere che la Regione non vuole reintegrare Zappacosta) e a titolo rafforzativo, hanno scritto una lettera al legale del direttore defenestrato Valerio Speziale, allo stesso governatore, al direttore generale Cristina Gerardis e al Dipartimento Cultura e Paesaggio che è quello che era gestito da Zappacosta fino al famoso calcio nel sedere.

<Per l’esecuzione dell’ordinanza in oggetto, lo scrivente Dipartimento – scrivono i due fedelissimi – ha già predisposto la necessaria proposta di delibera. La proposta è stata iscritta all’ordine del giorno della giunta regionale fissata per il prossimo 26 aprile, ore 18>.

Inoltre, scrivono sempre Bernardini e D’Aristotile,

<sono state già impartite le opportune disposizioni affinché sia corrisposto in favore del dottor Zappacosta, a titolo di arretrato, il trattamento economico stabilito per i direttori di Dipartimento>. E così parlarono i due dirigenti.

L'avvocato Valerio Speziale

L’avvocato Valerio Speziale

Un modo per pararsi dalle eventuali richieste di risarcimento danni. Anche perché nel frattempo Dalfy va avanti per la sua strada. Ma anche perché lui il 26 aprile, giorno fissato per la prossima giunta,  non ci sarà: all’estero in vacanza. Potrebbe presiedere il vice Giovanni Lolli, certo. Ma da quando è iniziata la legislatura mai e poi mai Lolli ha presieduto una giunta. Quindi questa convocazione sembra più una presa per i fondelli che altro.

Giovanni Lolli

Giovanni Lolli

Non solo: nonostante il parere contrario dell’Avvocatura dello Stato, D’Alfonso ha già presentato reclamo contro l’ordinanza di reintegro di Zappacosta, che verrà discusso davanti al giudice Colantonio il prossimo 30 maggio. Se prima di quella data il direttore signorno non sarà reintegrato, l’avvocato Valerio Speziale sembra intenzionato a denunciare il governatore per abuso.

La Mannetti con Giorgia Meloni, qualche tempo fa

La Mannetti con Giorgia Meloni, qualche tempo fa

Ps: nel frattempo pare che la Regione si sia decisa a farsi restituire computer e telefono dalla dirigente Carla Mannetti, che non ha più alcun rapporto di collaborazione con D’Alfonso dalla fine di agosto del 2015. Ma che ha comunque continuato a collaborare con lui a titolo volontario. E con qualche optional.




Articoli correlati

  • Dirigenti, un’altra grana19 Febbraio 2016 Dirigenti, un’altra grana E adesso un'altra tegola, di quelle pesanti. Una sentenza recentissima della Corte di Cassazione, sezioni unite, è stata notificata alla Regione Abruzzo e rischia di portarsi via qualche […]
  • Nominati & volontari8 Febbraio 2016 Nominati & volontari Magari un direttore come Giancarlo Zappacosta lo lasciano a casa, magari uno più accondiscendente lo prendono da fuori e lo mettono a cavallo di due poltrone, magari spacchettano un […]
  • Zappagate, che melina27 Aprile 2016 Zappagate, che melina Neanche ieri. Dal suo albergo di Tirana, Luciano D'Alfonso, il governatorissimo dell'Abruzzo, ha ordinato di cancellare la giunta prevista per ieri pomeriggio alle 18 con il reintegro di […]
  • Silurato Zappacosta23 Gennaio 2016 Silurato Zappacosta Fatto fuori. Senza dirgli niente, senza manco citarlo, senza una parola. Fatto fuori con una parentesi dentro un'altra delibera. Fatto fuori perchè non è uno yes-man. Ed è pure bravo, uno […]