·La pacca sulla spalla·

Lui, il presidente, porge la mano e Dalfy per tutta risposta se lo abbraccia e lo bacia. Mattarella resta un po’ sorpreso, ma Luciano D’Alfonso va avanti nel suo cerimoniale by Lettomanoppello, ad uso e consumo della gente che si porta dietro: nel caso specifico gli assessori Andrea Gerosolimo e Silvio Paolucci, ai quali deve dimostrare quanta confidenza ci sia tra lui e il Capo dello Stato. A loro ma anche a tutta la comunità abruzzese che vedrà la foto dell’abbraccio su Facebook.

L’abbraccio a Mattarella

Dovrebbe rassicurare, quella foto, insomma trasmettere l’idea che i due sono in ottimi rapporti, due amici, no anzi quasi due fratelli. Per Dalfy questa qui è un’ossessione, esibire rapporti “alti” non è semplice civetteria ma molto di più. E’ vanità, è riscatto, è autocelebrazione. Che lo porta però a violare le più elementari regole della buona educazione e del cerimoniale. Come quando, la volta precedente, sedeva un po’ scomposto con la giacca aperta su una camicia visibilmente attillata.

Sono le persone più autorevoli in genere a stabilire il livello dell’asta della confidenza, così come sarà sempre la persona più importante a porgere la mano e mai il contrario. Invece lui abbraccia e bacia. Ecco le foto dell’incontro di ieri.

Andrea Gerosolimo e Silvio Paolucci con Mattarella

Sul tavolo una cartella di cuoio scuro, regalo dall’Abruzzo martoriato. E’ il solito fornitore al quale Dalfy è molto affezionato: astucci, portafotografie, album, cartelle.


ps: In circostanze come questa, dopo le tragedie, presentarsi a mani vuote sarebbe stato più elegante. Ma questi sono dettagli (e comunque meglio delle buste della spesa con cui la delegazione abruzzese si presentò la scorsa volta).




Articoli correlati

  • Rimpastino zero virgola10 Aprile 2018 Rimpastino zero virgola Dalfy resta presidente, però il compito di presentare alla stampa il rimpastino di fine legislatura tocca a Giovanni Lolli, vice presidente con delega alle rogne (e alle pessime figure).  […]
  • Il senatore e le macerie20 Marzo 2018 Il senatore e le macerie Rimpasto nel congelatore Tutto congelato. Se ne riparlerà dopo Pasqua: le condizioni poste dagli assessori dimissionari Donato Di Matteo e Andrea Gerosolimo per continuare ad appoggiare […]
  • La stampella D’Ignazio22 Novembre 2016 La stampella D’Ignazio Giorgio D’Ignazio entrerà in maggioranza, non ci piove. E’ stato ribadito ieri nella riunione del gruppo Pd, riunito dopo chissà quanto tempo solo per affrontare il nodo ribelli, alla […]
  • Sanità e tentazioni golpiste23 Luglio 2016 Sanità e tentazioni golpiste E alla fine ieri mattina i dissidenti, o finti o presunti, hanno alzato bandiera bianca. Quelli che avevano mandato sotto la maggioranza in Consiglio regionale hanno firmato il vialibera […]