·La new entry leghista madrina del Gay pride·

Tensioni e mal di pancia nella Lega di Chieti tra la vecchia guardia e le new entry annunciate da Matteo Salvini durante la sua ultima visita al Supercinema a dicembre scorso. Che non promettono nulla di buono in vista delle imminenti elezioni  comunali. 

Non solo problemi di unità col resto del centrodestra quindi, ma insofferenza per uno degli ultimi ingressi, soprattutto: a Elisabetta Fusilli per esempio, la consigliera comunale vicinissima al candidato sindaco Fabrizio Di Stefano, viene rimproverato di essere stata la madrina del gaypride di maggio 2019. Sì, proprio il Gaypride, e se lo venisse a sapere Salvini

Insomma, non c’è solo il fatto che la consigliera, che è stata una dei più attivi dissidenti di Forza Italia e che ha tenuto in ostaggio l’attuale sindaco Umberto Di Primio minacciando un giorno sì e l’altro pure di far cadere l’amministrazione, è una leghista della seconda ora, ma anche questo particolare della partecipazione alla manifestazione “50 anni di Pride”, ai leghisti duri e puri non va per niente giù. I salviniani doc se la prendono insomma con chi seleziona le new entry, senza fare istruttorie approfondite. 

Ma non è tutto: dopo il commissariamento di Palmerino Mammarella fedelissimo di Bellachioma, il Carroccio non ha ancora provveduto a nominare il nuovo segretario provinciale e l’idea che arrivi un esterno fa andare su tutte le furie i leghisti della prima ora, che si vedono di nuovo messi da parte. Stessa soluzione pare che ci sarà per il segretario cittadino: anche qui è previsto un altro esterno. E la ciliegina sulla torta è proprio il candidato sindaco della Lega, Fabrizio Di Stefano, anche lui considerato uno “straniero”: primo, perché non è un teatino doc ma è di Tollo, e secondo è perché è approdato nel Carroccio solo da pochissimo tempo.

ps: Insomma, un bel guazzabuglio.  




Articoli correlati

  • Di Stefano correrà a Chieti per la Lega15 Dicembre 2019 Di Stefano correrà a Chieti per la Lega Sarà Fabrizio Di Stefano il candidato sindaco del centrodestra a Chieti in quota Lega. L'ex parlamentare di Forza Italia passato col Carroccio pochi mesi fa e rimasto sott'acqua […]
  • Di Stefano, il gran rifiuto10 Gennaio 2016 Di Stefano, il gran rifiuto Grazie no. Non andrà oggi alla messa di monsignor Bruno Forte, e glielo ha scritto in una lettera intestata, spiegandone i motivi. E non sono scuse, sono pugni in faccia. Fabrizio Di […]
  • Una risposta Forte15 Gennaio 2016 Una risposta Forte E alla fine monsignor Forte gli ha risposto. Ma dal punto di vista di Fabrizio Di Stefano era meglio se non l'avesse fatto. Continua così il botta e risposta tra il parlamentare di Forza […]
  • E il centrodestra fa melina11 Dicembre 2018 E il centrodestra fa melina No, non è stato un attacco personale quello del parlamentare azzurro Antonio Martino al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi. Anche se a distanza di alcuni giorni, ieri è arrivata la nota […]