·La ministra riscaldata·

La ministra riscaldata: non è il primo anno che Beatrice Lorenzin trascorre le feste di Natale a Pescocostanzo. Lo scorso anno, ai tempi del governo Renzi, aveva requisito la casa della sottosegretaria Federica Chiavaroli, costretta così a trasferirsi in montagna soltanto il 6 gennaio, ad appartamento libero. Quest’anno, fresca di ri-nomina nel governo Gentiloni, tanto che si era trovata bene, la ministra ha preso casa nello stesso stabile della Chiavaroli, dove tantissimi pescaresi hanno comprato appartamenti circa sei anni fa. Il suo, in affitto, è sullo stesso pianerottolo della sottosegretaria e ospita lei, le figlie gemelle e il marito. La sua vacanza a Pesco è iniziata qualche giorno prima di Capodanno con una tavola rotonda sulle sanità nelle zone depresse, dove per la verità aveva annunciato la sua presenza anche il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, che poi però ha dato buca.

La Chiavaroli a Pesco con le amiche

Nella foto sotto vediamo il cenone di Capodanno a casa Chiavaroli, sul lato destro, al centro, si riconoscono la Lorenzin e il marito sorridente accanto a Gaetano Suffoletta, la sottosegretaria in primo piano, a sinistra altri amici pescaresi e il marito della sottosegretaria.

Il cenone di Capodanno

E mentre le nuove glorie hanno brindato a casa della Chiavaroli, un altro gruppo ha festeggiato in un’altra bella casa di Pescocostanzo, quella di Antonella De Felice, dove si sono ritrovati tra gli altri il presidente di Abruzzo sviluppo Manuel Di Monte, a sinistra nella foto qui sotto, e una vecchia gloria come l’ex sindaco di Montesilvano Enzo Cantagallo, per l’occasione in papillon, pronto però a tornare in prima fila alle prossime elezioni.

A sinistra, Di Monte

Naturalmente la ministra (sia pur riscaldata) Beatrice Lorenzin continua a spopolare a Pescocostanzo, e la foto della tavolata del 31 dicembre a casa della sottosegretaria (anche lei riscaldata nel governo Gentiloni) ha fatto il giro su Facebook, scatenando l’invidia di chi non ha potuto sedere allo stesso tavolo.

Capodanno in Slovenia invece per Stefania Pezzopane, che ha scelto una vacanza romantica col suo fidanzato e presto sposo Simone Coccia Colaiuta. Lei, Stefy, al ritorno si è beccata l’influenza, ma di questi tempi, succede.

Stefi e Simo

Capodanno casalingo per l’assessore regionale Marinella Sclocco, che ha trascorso Natale in ospedale per un problema di salute. Ma per fortuna, almeno il 31 è potuta tornare a casa: papillon spiritoso per il suo compagno Alfredo Giancola e brindisi a due. Lei ha commentato così: “Almeno il pigiama me lo sono potuta mettere”.

Marinella Sclocco

Misterioso il Capodanno del governatore Luciano D’Alfonso, nessuna foto né commento sulla notte di San Silvestro, né con la famiglia né con amici, e nessuno l’ha visto neppure a Pescocostanzo, nonostante la sua amicizia con Federica Chiavaroli. Mentre il sindaco di Pescara Marco Alessandrini, la notte del 31 l’ha trascorsa sul palco di piazza Salotto con i Negrita, beccandosi un febbrone da cavallo. Questione di gusti.




Articoli correlati

  • Lorenzin, vacanze a Pesco15 Agosto 2015 Lorenzin, vacanze a Pesco È già una settimana che è in vacanza in Abruzzo con il marito e i due gemellini Francesco e Lavinia: il ministro della salute Beatrice Lorenzin si muove con molta discrezione a […]
  • I tre della Dalfynomics9 Novembre 2015 I tre della Dalfynomics Chi l'ha detto che l'Abruzzo non sta avanti. Sta avantissimo: se a Roma Ncd è di fatto al governo, con tanto di ministri, qui neppure si scherza. Il governo alla volemose bene di Luciano […]
  • Gattopardi a Pescocostanzo3 Gennaio 2019 Gattopardi a Pescocostanzo Com’è triste Venezia, e anche Pescocostanzo, soltanto un anno dopo.  Com’è triste per chi è costretto a saltare da un partito all’altro, a passerellare e a selfeggiare, e deve […]
  • D’Amario napoletano12 Dicembre 2015 D’Amario napoletano Highlander se ne va. Il manager della Asl di Pescara Claudio D'Amario, l'ultimo sopravvissuto all'autodafè dei direttori di centrodestra, ha trovato di meglio da fare: la Lorenzin lo ha […]