·Il prete in corsia a libro paga·

Ai tempi della spending review. Ai tempi dei tagli ai servizi essenziali. Ai tempi dei 1.100 precari mandati a casa con un arrivederci e grazie. E, soprattutto ai tempi di Papa Francesco.E’ di questi tempi che la Asl di Teramo stanzia 189.238, 35 euro per pagare le orazioni dei preti negli ospedali di Giulianova, Atri e S.Omero. 5.144,55 euro al mese lordi, circa 60 mila l’anno per tre anni.

Roberto Fagnano

Roberto Fagnano

La convenzione, che per la verità era già in vigore ed è stata rinnovata dall’attuale manager Roberto Fagnano (l’unico in quota centrosinistra, designato quindi da Luciano D’Alfonso, in fondo un po’ prete anche lui) in tempi di crisi come questi, e’ stata sottoscritta dalla Asl con la diocesi di Teramo e scadrà il 31 maggio del 2018, quindi tra 36 mesi. Ma le vie del Signore sono infinite, e infatti è rinnovabile.

La motivazione? Scrive la Asl che “l’assistenza religiosa costituisce fattore di umanizzazione”. Come se l’umanizzazione ad opera dei preti si pagasse a parte. Dentro gli ospedali ci sono i volontari, le associazioni dei malati. Tutti lavorano gratis, a parte i sacerdoti, evidentemente.

Ma vediamo il dettaglio: il servizio, si legge nella convenzione, comprende l’assistenza spirituale e psicologica ai malati e quello di cappellania, 24 ore su 24. Pulizia delle cappelle a parte, che rimane a carico della Asl. Dice un no grosso come una casa la Cgil, con Amedeo Marcattili che fa notare, giustamente, che viviamo in uno Stato laico e in una società multietnica, dove purtroppo si ammalano tutti: credenti di tutte le religioni e anche non credenti. Ma questo è un dettaglio:

“I preti dovrebbero lavorare gratis, sono già pagati per quello che fanno. Ma poi in corsia mica ci stanno solo i cattolici?”.

La messa è finita, pagate in pace.




Articoli correlati

  • Asl Teramo, Fagnano confermatoOttobre 6, 2017 Asl Teramo, Fagnano confermato Confermato Roberto Fagnano, il manager della Asl di Teramo il cui contratto è scaduto il 30 settembre scorso. La proposta di rinnovo con la firma dell’assessore alla Sanità della Regione […]
  • L’abisso dei pregiudiziOttobre 10, 2016 L’abisso dei pregiudizi Che differenza c’è tra un sindaco di centrodestra e un sindaco di centrodestra? Poche decine di chilometri di distanza, un abisso di intolleranze pregiudizi e divisioni. Così, alla fine, […]
  • Gatti da pelareNovembre 18, 2015 Gatti da pelare Forse è molto conteso, o forse no. Forse giocano su più tavoli, il conteso e il contendente, o forse è una partita più complessa. Tipo: vediamo chi la spunta, io o Tommaso Ginoble. Paolo […]
  • La Regione casa e chiesaFebbraio 6, 2017 La Regione casa e chiesa Eccolo puntuale il solito obolo di inizio anno alle chiese d’Abruzzo. Sacerdoti accontentati e voti assicurati. E’ del 7 gennaio la delibera con cui la giunta regionale distribuisce la […]