·Il pacco dei Coletti·

Qualcosa è andato storto. Oppure, se si vuole credere ai complottismo, è andato dritto. Anzi, drittissimo. Alla fine, proprio agli sgoccioli e molto a sorpresa, Coletti junior si è candidato a sindaco di Ortona, spiazzando tutti.
Non è servita la nomina del padre Tommaso all’Autorità portuale di Ancona, contentino risarcitorio preventivo per evitare che la famiglia Coletti interferisse intervenendo a gamba tesa nella campagna elettorale di Ortona. Dove, neppure due giorni fa, il candidato sindaco del centrosinistra, introdotto in campo con tutti gli onori dal commissario del partito Camillo D’Alessandro, insomma l’ammiraglio Rinaldo Veri, aveva dichiarato che i Coletti mai e poi mai. L’ammiraglio, “pur non avendo nulla contro nessuno e tantomeno contro i Coletti”, aveva deciso che era “meglio tenerli fuori dalla coalizione” che lo sosterrà nella sua corsa a Sindaco. Una decisione presa dopo un sondaggio personale, che vorrà dire lo sa solo lui. Uno schiaffo in faccia anche alla ex fedelissima Cristiana Canosa che come Giuditta con Oloferne (ma con minor decisione, evidentemente) ne aveva chiesto la testa.

Gianluca Coletti

Insomma, qualcosa è andato storto, se le Associazioni Culturali Ortona Popolare e Ortona Territorio domani presenteranno alla cittadinanza il proprio candidato Sindaco alle elezioni amministrative. Nei giorni scorsi, infatti, i circa 200 iscritti alle due associazioni hanno deciso all’unanimità di candidare lui, proprio il figlio dell’ex senatore ed ex presidente della Provincia di Chieti, Gianluca Coletti.

“Abbiamo scelto – dichiarano Francesca Licenziato, Presidente di Ortona Popolare, e Tommaso Vitale, Presidente di Ortona Territorio – di candidare un giovane ortonese preparato e competente sia nel campo amministrativo che in quello politico, nonché esperto delle vicende che riguardano Ortona, molto conosciuto e radicato sul territorio”.

Tommaso Coletti

Coletti junior è vice segretario provinciale del PD, partito che ha costruito la coalizione civica e del centrosinistra a Ortona attorno alla candidatura dell’ammiraglio Rinaldo Veri.
Immediata arriva la reazione del Pd:

“Esprimo amarezza per la scelta della famiglia Coletti, ma non mi lascia sorpreso, visto che tra l’altro era già stata annunciata in occasione dell’assemblea alla sala Eden delle due fantomatiche associazioni Ortona Popolare ed Ortona territorio”.

Camillo D’Alessandro rincara la dose, e va a testa bassa con quella che lui chiama “la famiglia Coletti“:

“Quando si fa parte di una comunità politica, con la quale, tra l’altro, si sono consumate carriere ed incarichi , bisognerebbe essere solo riconoscenti e dare una mano. Il punto è che il PD, ma soprattutto la Città di Ortona, non sono di proprietà né di un cognome, né di una famiglia. Sabato 8, alle 18:30, inaugureremo la sede in corso Matteotti (di fronte l’ufficio postale) e sarà quella l’occasione per spiegare i veri motivi per cui la famiglia Coletti ha deciso di rompere. Nessuno ha cacciato nessuno. Chiaramente con questa scelta si sono loro stessi collocati autonomamente fuori dal Pd”.

Camillo D’Alessandro

ps1: Insomma, è guerra. Guerra vera o guerra finta si capirà solo vivendo. Fatto sta che Tommaso ha intascato la nomina all’Autorità portuale, decisa a tavolino da Luciano D’Alfonso e Camillo D’Alessandro, facendo una figuraccia con le Marche che il suo rappresentante lo ha designato dopo un bando pubblico, e poi ha calato l’asso. Cioè il figlio.
ps2: anche perchè i complottisti dicono che alla fine la candidatura di Gianluca faccia comodo anche al Pd, dopo che si è reso conto che quella dell’ammiraglio è una candidatura debole, anzi debolissima.




Articoli correlati

  • Dal Pd al Po (patria & onore)28 Febbraio 2017 Dal Pd al Po (patria & onore) Diventerà la patria delle frasi celebri e delle gaffe, Ortona. Dal “lavoro rende liberi” dei tempi del presidente della Provincia dell’epoca Tommaso Coletti, ai giorni nostri. E i giorni […]
  • Gli insulti del governatore8 Maggio 2018 Gli insulti del governatore Tutti a correre per metterci il cappello sopra. Per due chilometri e rotti di pista ciclabile a picco sul mare di Ortona, nel centrosinistra si è scatenato l’apriti cielo. Inaugurazioni, […]
  • Canosa spacca-tutto1 Novembre 2016 Canosa spacca-tutto Lei, la segretaria storica di Camillo D’Alessandro, la factotum del Comune di Francavilla, esperta autocertificata di comunicazione, consulente di Abruzzo sviluppo per l’Expo, la di tutto […]
  • Coletti e ingegneri31 Marzo 2017 Coletti e ingegneri Di là, a due passi da casa, un ingegnere navale, iscritto all’Ordine degli ingegneri e nel registro del personale tecnico delle costruzioni navali, che ha lavorato in vari cantieri del […]