·Il “mo’ basta” del turismo·

Un colabrodo. Il bollettino delle frane in Abruzzo diventa sempre più allarmante: Chieti si sbriciola, pezzo dopo pezzo, nel Teramano la situazione è drammatica e ci si è aggiunto ieri mattina il terremoto a cui è seguita l’evacuazione delle scuole. Paura, insicurezza, esasperazione. Ma sono gli operatori economici, fino a questo momento molto docili con la politica, a ribellarsi, a fare sentire la propria voce. Mai una presa di posizione ufficiale, fino ad oggi, sempre critiche soft e soltanto sussurrate, il mio nome no, mi raccomando.  Ma adesso escono tutti allo scoperto.

Marcello Spadone (a destra)

Da giorni protesta su Facebook Daniele Zunica, titolare del ristorante omonimo a Civitella del Tronto, che lamenta da tempo e prima ancora dei danni provocati dal maltempo di questi ultimi mesi, la trascuratezza della viabilità e delle strade di accesso alla Fortezza. Ma ieri sui social si è fatta sentire forte la voce di un altro ristoratore, lo stellato Marcello Spadone, titolare del ristorante “La Bandiera” di Civitella Casanova:

“Non si può andare avanti così – scrive lo chef pluripremiato – questi politici del…senza sensibilità sono sempre più arroganti e presuntuosi..senza un minimo di preavviso hanno chiuso l’unica via di accesso al mio ristorante proprio alle 19 del 14 febbraio con il locale strapieno, chi chiamo l’esercito’”.

Nel giorno di San Valentino, e con tantissime prenotazioni, la strada per il ristorante viene chiusa, senza un minimo di preavviso. “

“Siamo stati fermi per 45 giorni per maltempo e senza lamenti – continua Spadone – ci siamo presi le ferie sperando nei miglioramenti, siamo stati buoni e speranzosi…mo’ basta”.

Daniele Zunica (al centro)

ps1: un assaggio, solo un assaggio della grana che è finita nelle mani di Giovanni Lolli, ora è sua la delega al Turismo.
ps2: ma tanto per cambiare, nel suo programma di inizio mandato, come riferisce un comunicato di Dalfy, solo riunioni e incontri.

“Per Lolli la prima occasione di un confronto sul campo con gli operatori la si avrà lunedì prossimo 20 febbraio – recita il comunicato – quando verrà in visita in Abruzzo Dorina Bianchi, sottosegretaria del Ministero dei Beni culturali con delega al Turismo. Insieme a lei, ai sindaci e alle associazioni, il vicepresidente Lolli incontrerà gli operatori turistici per discutere – con il sostegno del Governo – le azioni necessarie a ricostruire e rilanciare un comparto strategico come quello che il turismo abruzzese rappresenta”. Qualche foto, molte chiacchiere, un sottosegretario. Siamo sempre allo stesso punto.




Articoli correlati

  • L’Aquila capoluogo, ma senza fondi22 Ottobre 2018 L’Aquila capoluogo, ma senza fondi Fanno la legge e si scordano di indicare la copertura finanziaria. Però gli squilli di tromba, le conferenze stampa e i convegni in pompa magna non sono mancati, anzi. Così il Consiglio […]
  • Grandi manovre all’Aric, Bernardini nominato dg12 Ottobre 2018 Grandi manovre all’Aric, Bernardini nominato dg Cuore di presidente. E di vice presidente: non c’è più Luciano D’Alfonso, ci pensa Giovanni Lolli a nominare nuovi dirigenti e a prolungare contratti. Come se nulla fosse successo, e come […]
  • Autostrade, ma quale scippo12 Ottobre 2018 Autostrade, ma quale scippo Quei fondi non erano vincolati e il via libera per attingere al Masterplan lo ha dato proprio la Regione Abruzzo, ancora prima del crollo del ponte Morandi a Genova: eccola qui la delibera […]
  • Lolli e gli staffisti19 Settembre 2018 Lolli e gli staffisti Paga Pantalone, mai come in questo caso: tre milioni di euro fino al prossimo 10 febbraio, data delle elezioni, per stare a braccia conserte. Tanto ci costerà il Consiglio regionale dal 22 […]