·Camere con svista·

Sognavano la Camera, sono inciampati nelle camere (d’albergo). Tutti e due. Apoteosi di una disfatta, e pure doppia. Uno, Gianni Chiodi, ex governatore dell’Abruzzo, battuto alle elezioni da Luciano D’Alfonso dopo lo scandalo della stanza 114 all’Hotel Sole al Pantheon. L’altro, Nazario Pagano, presidente del consiglio regionale nell’era Chiodi, vittima di una grandeur che lo portava a scegliere gli hotel a cinque stelle anche quando ce n’erano a meno. Naturalmente a spese della Regione. Per entrambi, il desiderio di diventare parlamentari se ne andrà a farsi benedire.

chiodipagano3

Le notizie sono di ieri. Gianni Chiodi ha appena annunciato di aver abbandonato Forza Italia: è uno dei soci fondatori di “Idea” il nuovo movimento politico di Gaetano Quagliariello. Un posto che si libera dentro il partito di Berlusconi: gli stava molto stretto a Chiodi, negli ultimi tempi, questo ruolo. Né carne né pesce, con il vecchio Silvio in caduta libera, tutti che sgomitano e a lui manco il ruolo di padre nobile. E di seggi alle Politiche manco a parlarne, Meglio cambiare. Alla Regione è probabile che aderirà al gruppo misto, sotto le insegne della nuova componente Idea.

Pagano e Chiodi con Berlusconi

Pagano e Chiodi con Berlusconi

Pagano, coordinatore di Forza Italia ormai non si sa fino a quando, è stato rinviato a giudizio dalla procura di Rimini per Albergopoli: secondo le indagini della procura pescarese nel 2014, durante un soggiorno al famoso Grand Hotel, avrebbe pagato la stanza per sé e un’accompagnatrice con la carta di credito della Regione. Mille euro per una notte, che si aggiungono agli altri 14 mila euro che l’ex presidente del consiglio regionale ha messo in conto agli abruzzesi. Dopo Rimini, anche Roma, Sanremo, Sirmione, Venezia, Barcellona, Caracas, Miami, Toronto, Mosca e Insbruck e mai solo, sempre in compagnia della moglie o di altre donne. Insomma, non si faceva mancare niente, neppure la compagnia. Quasi sempre in alberghi a cinque stelle, anche se lo Statuto della Regione prevede che si soggiorni negli extra lusso solo se il convento non passa altro: cioè solo se non si trova posto altrove. Ma Pagano è stato tanto e talmente recidivo che evidentemente nessuno gli ha creduto quando si è giustificato dicendo che aveva trovato posto solo lì. Ora di sicuro cambierà accento il suo cognome: da Pagàno a pàgano (gli abruzzesi, of course).

chiodipagano2

Adesso, visto che lui non è mai stato amatissimo, soprattutto dagli ex An e ora pure da Antonio Razzi, e visto che Berlusconi sta preparando la resa dei conti e ha fatto già saltare molte teste, è probabile che a Pagano gli scappi pure la poltrona da coordinatore alla quale si era saldamente avvinghiato. Ma sicuramente gli scapperà il posto in Parlamento che lui sognava da quando portava i calzoni corti: con la nuova legge elettorale i seggi saranno così pochi e la guerra così violenta che lui se lo può proprio scordare.

Gaetano Quagliariello

Gaetano Quagliariello

Magari adesso, in un partito più piccolo, una poltrona in Parlamento potrebbe spuntarla più facilmente Chiodi. Che appare tra i soci fondatori di “Idea”, il nuovo movimento di Gaetano Quagliariello (fresco di addio a Ncd) e di Carlo Giovanardi. Con Chiodi ci sarà Mauro Di Dalmazio, responsabile del movimento per l’Abruzzo. L’ex governatore agli ex amici di partito non aveva detto nulla. Ma prestissimo abbandonerà Forza Italia e alla Regione passerà nel gruppo misto insieme a Di Dalmazio, come hanno fatto gli altri quagliarielliani Eugenia Roccella e Guglielmo Vaccaro.

Mauro Di Dalmazio

Mauro Di Dalmazio con Chodi

 “I nostri interlocutori – ha detto l’ex ministro presentando alla stampa il movimento – non sono i parlamentari, ma chi sta nei territori”. I punti di forza del programma i temi etici, la famiglia e le politiche anti-Renzi”

Di fatto adesso alla Regione, Forza Italia perde due pezzi. E se ci mettiamo le manovre di avvicinamento di alcuni ex An a Salvini, il partito di Berlusconi rischia di ritrovarsi in brache di tela.




Articoli correlati

  • Pazza Idea1 Agosto 2016 Pazza Idea E insomma, nasce con grandissime ambizioni. Qui, in Abruzzo, avrebbe dovuto spopolare. Non solo perchè il presidente e fondatore è Gaetano Quagliariello che è stato commissario di Forza […]
  • Razzi loro10 Gennaio 2016 Razzi loro Alla fine gli azzurri quelli nostrani non ci sono andati. Chi con una scusa chi con l'altra. Raffreddori, sinusiti e appuntamenti dal dentista, la capsula dolorante è un classico, si sono […]
  • Partenza a Razzi20 Novembre 2015 Partenza a Razzi Chiaro che abbiano cominciato a fibrillare tutti: non bastava l'abolizione del Senato, adesso ci si mette pure il listone Salvini-Berlusconi-Meloni. Meno poltrone per tutti, è chiaro, e […]
  • Razzi 100%4 Ottobre 2015 Razzi 100% Sponsorsì. Antonio Razzi sponsorizza di tutto e di più. Ma questa gli mancava. Ora è l'ospite d'onore agli eventi organizzati da Salvatore Marino, in arte e che arte Maschio 100%, leader […]