·Il cane, amico vero·

#Truman (Regia: Cesc Gay. Con: Ricardo Darìn, Javier Camara, Dolores Fonzi, Eduard Fernandez, Axel Brendemuhl, Pedro Casablanc, Josè Luis Gomez. Genere: Commedia)

tru

Neanche sapevo di cosa parlasse, trama attori regista. Niente. A volte vado al cinema volutamente alla cieca, fidandomi in modo supino di mymovies che lo consigliava con la valutazione “assolutamente si”, quella in fucsia che non ammette repliche (d’altronde ha vinto cinque premi Goya). Il tema però è, nella sua cruda semplicità, spiazzante: perché fa paura a tutti, anche ai più solidi, ai più religiosi, ai più fatalisti. Il tema, trattato con una essenzialità asciutta tipicamente ispanica, secondo me difficilmente reperibile in film americani o italiani, è quello della malattia e della morte. Della malattia che porta alla morte rapida di una persona ancora in forze, giovane, che sente di avere la vita (un pezzo importante) ancora davanti. E invece no. Queste cose accadono senza preavviso, senza alcun senso, o per lo meno non si comprende quale possa essere. Cercare il significato degli avvenimenti serve per decodificarli e accettarne le conseguenze: ma staccarsi dalla terra per finire chissà dove è un evento tanto traumatico quanto innaturale per ogni essere vivente ed anche vederlo sullo schermo cinematografico non vi lascerà indifferenti. Il protagonista (Ricardo Darin) decide di smettere di curarsi (dopo averci provato inutilmente per un anno) e di riempire il tempo che gli resta per “sistemare alcune cose”. Una preoccupazione che potrebbe stupire considerando la drammaticità della situazione, ma che al tempo stesso è umana quanto il terrore di morire; e di soffrire prima di morire e di lasciare le persone (e non solo) amate. Dico “e non solo” perché il titolo al film lo da’ il nome del cagnone di Julian (un meraviglioso enorme pacifico bullmastiff), Truman appunto, e con il sottotitolo italiano “un vero amico è per sempre” non si fa riferimento al solo Tomas (Javier Camara), l’amico migliore, che per “salutare” Julian parte dal Canada dove da anni lavora. Truman è per Julian un secondo figlio, amato quanto il primo che studia all’università ad Amsterdam. “Io ho due figli, uno è Truman” dice Julian a Tomas.  Insomma, nei giorni della consapevolezza che la speranza di curare quella malattia bastarda non è più nemmeno concepibile, il protagonista si occupa delle persone amate perché, alla fine (e davvero alla fine, in questo caso) “l’unica cosa che conta nella vita sono le relazioni”, anche quelle con gli animali che ci hanno accompagnato con il loro affetto incondizionato. Il film vi farà piangere ma senza essere mai lacrimevole: è come se rimanesse alta l’asticella della dignità proprio perché il dolore presente e prossimo viene affrontato con gli anticorpi di un sentimento che dalla notte dei tempi e della letteratura è considerato eterno, forse più dell’amore. Che poi questa distinzione (vado un po’ fuori tema, ma nella sostanza no) è un arzigogolo linguistico perché, secondo me, l’amicizia è amore e viceversa. Ed anzi, quando due amanti non sono anche amici, quella è la vera debolezza dell’amore. Non vi dico ovviamente come finisce e che succede tra i tre personaggi della storia. Ma tutto è estremamente armonico, lieve, lineare come un ragionamento ben fatto. Andateci, perché non uscirete angosciati ma con qualche cartuccia di riflessione in più per affrontare situazioni così oscure.

YouTube / FilmIsNow Trailer & Clip in Italiano – via Iframely




Articoli correlati

  • West Virginia come Bussi28 Marzo 2020 West Virginia come Bussi #CattiveAcque (Regia: Todd Haynes. Con: Mark Ruffalo, Anne Hathaway, Tim Robbins, Bill Camp, Victor Garber, Mare Winningham, William Jackson Harper, Bill Pullman, Louisa Krause, Kevin […]
  • Quanto è bella giovinezza2 Marzo 2020 Quanto è bella giovinezza #GliAnniPiuBelli (Regia: Gabriele Muccino. Con: Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria, Nicoletta Romanoff, Emma Marrone, Francesco Centorame, […]
  • Kramer contro Kramer23 Febbraio 2020 Kramer contro Kramer #StoriaDiUnMatrimonio (Regia: Noah Baumbach. Con: Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern, Alan Alda, Ray Liotta, Merritt Wever, Julie Hagerty, Mark O'Brien, Mickey Sumner, Kyle […]
  • Il ritorno di Aldo, Giovanni e Giacomo16 Febbraio 2020 Il ritorno di Aldo, Giovanni e Giacomo #OdioLEstate (Regia: Massimo Venier. Con: Aldo, Giovanni, Giacomo, Lucia Mascino, Carlotta Natoli, Maria Di Biase, Massimo Ranieri, Davide Calgaro, Ilary Marzo, Michele Placido, Sabrina […]