·Il bando che fa acqua·

Un’analisi energetica non prevista da nessuna legge. Assegnazione di punteggi a gusto loro, e probabilmente a chiusura del bando, così si fa prima. Un avviso che fa acqua da tutte le parti, quello promosso dalla Regione Abruzzo per l’efficientamento energetico nelle scuole. La denuncia è del Movimento 5 stelle che presenterà un’interpellanza per chiedere di bloccare tutto.

Sono tanti i dubbi sollevati dal M5S: nel bando si chiede ai partecipanti di produrre una fantomatica Analisi Energetica, una procedura che non esiste fra le normative tecniche che regolano il settore. Contrariamente, esiste l’audit energetico o la Certificazione Energetica APE. Ma la contestazione più importante che il M5S muove contro questo avviso sta nella modalità di assegnazione dei punteggi che, stando a quanto previsto dall’articolo 18 dello stesso bando, “è del tutto aleatorio”.
A confermarlo è la stessa Regione che, sempre nella sezione dedicata alle F.A.Q. pubblicate sul sito istituzionale alla domanda n.14, in cui un tecnico chiede come verranno individuati i criteri di assegnazione dei punteggi, si legge la risposta:

“La commissione procede per quanto possibile a individuare criteri oggettivi di graduazione”.

Sara Marcozzi

Insomma, i punteggi a quanto pare verranno decisi alla chiusura del bando. Commenta la consigliera pentastellata Sara Marcozzi:

“Questonè un modo di operare che potrebbe lasciare spazio a criteri poco trasparenti di composizione delle graduatorie. I criteri di punteggio devono essere conoscibili prima. Peraltro” prosegue la Consigliera M5S “i criteri di valutazione dovrebbero essere lo strumento con cui raggiungere precisi obiettivi che la Regione si è prefissata, non si può delegare alla Commissione l’individuazione di tali criteri”.

Insomma è in arrivo una pioggia di ricorsi, e quindi spese legali.
ps: E come per ogni bando della Regione Abruzzo che si rispetti, siamo nella norma.





Articoli correlati

  • Portaborse, c’è chi dice sìsettembre 27, 2016 Portaborse, c’è chi dice sì E’ il giorno delle polemiche, e degli imbarazzi, e delle bocche cucite e dei telefoni che squillano a vuoto. Dopo la parentesi di Palermo, tutti uniti tutti contenti tutti zitti, il caso […]
  • Paolucci ci mette una pezzaluglio 23, 2015 Paolucci ci mette una pezza Una gaffe, corretta dopo qualche ora. L'assessore al Bilancio e alla Sanità Silvio Paolucci alle quattro e mezza del pomeriggio, con la notizia che viaggiava in rete già da cinque ore, […]
  • Bandi a modo loroaprile 22, 2017 Bandi a modo loro Un altro bando contestato, e questa volta la denuncia finisce sul tavolo del commissario alla Ricostruzione Vasco Errani. A scrivere è un architetto che ha partecipato alla selezione per […]
  • Svimez: l’Abruzzo a picconovembre 8, 2017 Svimez: l’Abruzzo a picco L’Abruzzo peggiora e peggiora a vista d’occhio. Lo dice il rapporto Svimez del 2017: questa è l’unica regione del sud Italia i cui dati economici a cominciare dal pil vanno malissimo. Il […]