·I fascisti del giorno dopo e la bestemmia·

La faccia bonaria, le strette di mano, i messaggi rassicuranti. E quella parola che diventa tabù, per tutta la campagna elettorale. Poi, non passano quindici giorni che rieccoli qua, i fascisti del giorno dopo: all’improvviso, lo sdoganano, il fascismo. E lui, Pierluigi Biondi, il sindaco dalla faccia simpatica, gli stende addirittura il tappeto rosso.
Non basta: all’Aquila succede di peggio, in questi giorni.

Succede che scrivono  su Facebook che il fascismo è uno stile di vita, non un reato, scatenando un apriti cielo. Lo fa mica uno qualsiasi, ma un consigliere di maggioranza, Daniele D’Angelo, eletto nella stessa lista civica del primo cittadino. E nessuno gli dice niente, non gli dice niente neppure il sindaco Biondi. Ed è a lui che Mapero’ dedica lo stupidario di oggi. A lui che era iscritto a CasaPound fino all’anno scorso, e che ha mollato appena in tempo per presentarsi alle elezioni.
E adesso spalanca le porte cittadine di Palazzo Fibbioni proprio a CasaPound per la presentazione del fumetto su Sergio Ramelli, militante del Fronte della gioventù ucciso nel 1975 da militanti della sinistra extraparlamentare legati ad Avanguardia Operaia. Adesso che fa, tanto la vittoria l’ha già incassata.

Pierluigi Biondi

Insomma, gli ha fatto comodo presentarsi senza targhe ed etichette, e rastrellare consensi strillando al lupo al lupo: eleggere quegli altri, diceva Biondi, avrebbe significato rimettere in sella Luciano D’Alfonso, il governatore della costa, il lupo cattivo.
Mica aveva tutti i torti, e poi quegli altri erano troppo impegnati a farsi la guerra da soli. Ma almeno il coraggio di andare in giro con la vera faccia, doveva avercelo. Troppo facile fare i fascisti del giorno dopo.

ps: e poi, a proposito di Stupidario: a Pescara c’è il neo eletto presidente della commissione cultura Riccardo Padovano, che in piena processione di Sant’Andrea, ieri mattina si mette a imprecare: dice “porco” qualcosa, davanti al vescovo, ai preti, al Santo in processione. E ai cittadini. Esempi di perfetto stile, educazione, cultura. Ce lo meritiamo proprio un presidente così. Il video lo potete vedere cliccando qui.





Articoli correlati

  • Silenzio, non è successo nienteGiugno 27, 2017 Silenzio, non è successo niente Testa sotto la sabbia e armi di distrazione di massa: la Fonderia, i nastri da tagliare, le strade provinciali da inaugurare. Insomma, fanno finta di niente.  Ieri nessun comunicato […]
  • I sindaci altruistiOttobre 5, 2018 I sindaci altruisti Figuracce, di quelle grosse come una casa. Protagonisti due sindaci. Ma la palma d’oro in questo caso tocca a quello dell’Aquila, Pierluigi Biondi che prima scalpita e fa di tutto per […]
  • Volano gli stracci nel PdGiugno 16, 2015 Volano gli stracci nel Pd Il siparietto e' di quelli che manco al cinema. Vabbè che fa caldo, che il caldo può favorire le alleanze trasversali, e magari nuovi amori, che lo show must go on anche se c'è la Tari da […]
  • Forza Italia non pervenutaAprile 13, 2017 Forza Italia non pervenuta E con L’Aquila, Forza Italia fa harakiri. Il simbolo azzurro, la bandiera italiana con scolpito il nome del partito scompare ufficialmente da tute le piazze abruzzesi. Insomma, più […]