·Gerosolimo, bravo 30 più·

Un’altra rissa, di quelle che lasciano il segno. Scoppia a mezzo Facebook e non promette niente di buono. Un po’ perché lui è già segnato, dal trappolone di Sulmona con lo smarcamento all’ultimo minuto, adesso sta sulle scatole un po’ a tutti. E un po’ perchè quel posto in giunta secondo molti consiglieri non se lo merita proprio. Insomma Andrea Gerosolimo adesso dovrà spiegare come gli è saltato in testa di tagliare dal bando per i disoccupati “30 più” una fetta di territorio importante come la Marsica (senza che i Dipangrazios se ne siano accorti).

Lorenzo Berardinetti

Lorenzo Berardinetti

A denunciare il fattaccio è Lorenzo Berardinetti, consigliere regionale marsicano, che sulla sua bacheca Facebook attacca a testa bassa l’assessore al Lavoro, senza nominarlo:

<Venire a conoscenza che il bando della Regione per i disoccupati 30 più esclude i giovani di un vasto territorio non ha prezzo…chi ha scelto i criteri per il bando? Ancora mi sembra di far parte della maggioranza o bo!!!! A volte mi resta proprio difficile capire….interrogherò per sapere>.

Un post che ha registrato un botto di like e tantissimi commenti. In tanti sostengono che la Marsica è stata esclusa perché quei soldi ora servono più a Sulmona, dove si vota. E insomma, un bel polverone.

Andrea Gerosolimo

Andrea Gerosolimo

Il finanziamento era stato annunciato da Gerosolimo qualche giorno fa:

“Nelle prossime settimane partirà un nuovo avviso pubblico finalizzato a favorire l’occupazionale giovanile”,

aveva annunciato lui dopo che la Giunta regionale aveva approvato la riprogrammazione per oltre 1,2 milioni di euro delle economie residue del programma “Piano integrato Giovani Abruzzo”. Un’iniziativa che dovrebbe agevolare l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, in particolare quelli tra i 30 e i 35 anni esclusi da Garanzia Giovani.

“Con particolare riguardo – aveva tenuto a precisare l’assessore – a quelli che risiedono nelle aree interne e nelle aree di crisi della regione”.

Interne, precisamente. Ma preferibilmente concentrate dove si vota. Della Marsica chissene.





Articoli correlati

  • Gero & Di Matteo, lo strappoGiu 28, 2017 Gero & Di Matteo, lo strappo Attenti a quei due. Donato Di Matteo e Andrea Gerosolimo ci riprovano. E questa volta al loro arco hanno 4 frecce: le sconfitte dei ballottaggi. Una riunione semi carbonara nei giorni […]
  • Se a tuonare sono i vescoviDic 28, 2016 Se a tuonare sono i vescovi Sconcertante, dice così, pesando le parole perchè forse gliene sarebbero uscite di peggiori. Una denuncia dura, durissima, all’azienda che abbandona ma anche alle istituzioni che non […]
  • Di Letta e di governoNov 5, 2015 Di Letta e di governo L'Abbazia celestiniana e poi ai piedi del Gran Sasso e al santuario di San Gabriele. E domani, la nuova giunta tematica dell'era D'Alfonso si terrà ad Avezzano, che dopo Sulmona mica […]
  • Gatti da pelareNov 18, 2015 Gatti da pelare Forse è molto conteso, o forse no. Forse giocano su più tavoli, il conteso e il contendente, o forse è una partita più complessa. Tipo: vediamo chi la spunta, io o Tommaso Ginoble. Paolo […]