·Fondi statali, giù la maschera·

No, non è per niente vero che i fondi Fas li hanno spesi tutti. Non è vero che l’Abruzzo sta in testa alle classifiche, tutto il contrario. Non è vero che stanno messi bene, proprio no. Troppa enfasi, troppo clamore, troppi comunicati. Troppo rumore. E poi il diavolo ci mette la coda.

Giovanni Savini con Luciano D'Alfonso

Giovanni Savini con Luciano D’Alfonso

E il diavolo non è soltanto la classifica del ministero dell’Economia e delle Finanze per il 2015. E’ anche una lettera del direttore del dipartimento dei rapporti con l’Europa Giovanni Savini che mette nero su bianco una situazione che proprio così bella non è. Savini scrive ai responsabili regionali che si occupano dei fondi Par-Fsc del 2007-2013 che sono fondi statali. Scrive che dalla lettura degli ultimi atti

“è emerso un livello di Ogv (obbligazioni giuridicamente vincolanti) piuttosto basso. Poiché come noto, le risorse non aggiudicate entro il 31-12-2015 saranno oggetto di decurtazione da parte del Cipe, si raccomanda la necessità per ciascun responsabile di linea, di tenere sotto particolare controllo la presenza dei dati relativi alle Ogv e di verificarne la veridicità”.

lettera

Insomma, Savini dice che per ottenere quei fondi non basta farne richiesta o presentare un progetto. Occorre che ci sia un’obbligazione, cioè una gara, un appalto, un bando giuridicamente rilevante. Sennò addio. Per questo invita i dirigenti a inserire in modo corretto i dati nel sistema di monitoraggio, per evitare che il Cipe “definanzi le somme”, cioè le cancelli. E poi, perchè i progetti vadano in porto, occorre l’approvazione della giunta: per questo devono darsi una mossa tutti, visto che il 31 dicembre è vicino.

Giovanni Savini

Giovanni Savini

E poi ci sono le statistiche del ministero. Fino ad agosto, l’Abruzzo sta sotto di cento milioni di euro. Secondo l’obiettivo di competività dei fondi Fse, rispetto a un contributo totale per il 2007-2013 di circa 317 milioni, la Regione ha impegnato 283 milioni circa e i pagamenti ammontano a quasi 214 milioni. Con un impegno pari all’89%. Va appena un po’ meglio per i Fesr: contributo di 317 milioni, impegni di spesa per 311, pagamenti per 263.

E adesso il richiamo all’ordine di Savini. Che tira giù la maschera alla Regione.




Articoli correlati

  • Por’Abruzzo25 Ottobre 2016 Por’Abruzzo Terz’ultima, prima di Calabria e Molise ma dopo, moltissimo dopo la Lombardia, la Sicilia, il Lazio, il Veneto, il Piemonte. Un quadro inclemente per l'Abruzzo. Il Sole 24 ore di ieri […]
  • Fondi europei, l’attacco di Savini5 Luglio 2018 Fondi europei, l’attacco di Savini Luciano D’Alfonso assente ingiustificato, scrive su Facebook Sara Marcozzi, consigliera pentastellata. Martedì scorso impegnato a Roma per partecipare a un seminario, il governatore […]
  • GirogiroFondo19 Ottobre 2016 GirogiroFondo Non era bastato il cazziatone dell’Europa e la messa in mora per i fondi europei non spesi, pensate alle cose serie e non alle Carte di Pescara e ai Masterplan, hanno detto a Bruxelles al […]
  • Mannoia e io non pago18 Agosto 2016 Mannoia e io non pago E alla fine gli rimarrà sul groppone. Il concerto di Fiorella Mannoia in programma sabato prossimo rischia di pagarlo il Comune di Pescara. Anzi, lo pagherà sicuramente perchè l’Europa se […]