·Apperò Niko Romito, tanto di cappelli·

Il massimo dei voti, il dieci, è andato anche quest’anno a Niko Romito col suo ristorante Casadonna Reale di Castel di Sangro. E’ stata presentata ieri a Firenze la guida Espresso 2020 e tra i primi dieci c’è l’Abruzzo grazie a Niko Romito che si è aggiudicato i 5 cappelli insieme al St. Hubertus di San Cassiano, Le Calandre di Rubano, Lido 84 di Gardone Riviera, Osteria Francescana di Modena, Piazza Duomo di Alba, Uliassi di Senigallia, e tre new entry, Seta del Mandarin di Milano, Madonnina del Pescatore di Senigallia e Villa Feltrinelli di Gargnano. 

Per il resto in Abruzzo è andata così: a parte i 5 cappelli di Casadonna (unico in Abruzzo),  tre cappelli sono andati a La Bandiera e Villa Maiella; 2 cappelli al Metrò, Cafè Les Paillotes, Hotel Zunica 1880, Tamo; 1 cappello a Il Ritrovo d’Abruzzo, Cipria di Mare, D.One, Vecchia Marina, Hostaria del Pavone, Hotel Castello Chiola – L’antico torchio, Hotel Lucia, Insight Eatery, L’angolino da Filippo, L’angolo d’Abruzzo, La corniola, Magione Papale, Mammaròssa, e Tosta.

ps: Apperò Niko, non ci deludi mai.




Articoli correlati

  • Apperò Niko, il re dei re31 Ottobre 2018 Apperò Niko, il re dei re Apperò Niko Romito, sei il re dei re. E hai cominciato così, dalla pasticceria di papà. Lui, un uomo solo al comando secondo la classifica dei migliori ristoranti d'Italia 2019 del Gambero […]
  • Apperò per tutti i gusti2 Luglio 2018 Apperò per tutti i gusti Un cardinale per L'Aquila Apperò porporato per Giuseppe Petrocchi, arcivescovo dell'Aquila fresco di berretta ricevuta da Papa Francesco, che ieri ha celebrato a Collemaggio la prima […]
  • Rocco Siffredi sponsor dell’Abruzzo15 Febbraio 2017 Rocco Siffredi sponsor dell’Abruzzo L’Abruzzo frana e lui passa la mano. Il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso ha ufficializzato ieri ciò che aveva deciso da qualche giorno, cioè da quando il gioco si […]
  • Apperò (al contrario): Morgante e i treni della vergogna5 Febbraio 2018 Apperò (al contrario): Morgante e i treni della vergogna Apperò Barbara Morgante, chissà che se ne fanno dei soldi a Rfi e Trenord se non li investono in manutenzione. E’ un Apperò al contrario questo qui, perché di notizie belle ce ne sono […]