·Enrica, la facilitatrice·

Da consigliera comunale a socia della piattaforma Rousseau a “facilitatrice”: è strepitosa la carriera politica di Enrica Sabatini, che è partita dai banchi di opposizione del Movimento cinquestelle al Comune di Pescara ed è arrivata a Roma al secondo gradino del Movimento. C’era lei qualche giorno fa in prima fila insieme a Davide Casaleggio e al responsabile della comunicazione Pietro Dettori alla presentazione dei “facilitatori”, struttura del partito liquido per eccellenza, lei il nome che Luigi Di Maio ha dovuto incassare da Casaleggio per mantenere il controllo dei Cinquestelle, dopo l’esplosione del malumore e le fughe verso la Lega, un vero e proprio esodo.

Enrica diventa così la coordinatrice dei parlamentari, una specie di vicesegretario. Un ruolo importantissimo, con la delega al “Coordinamento e affari interni”, che dice tutto e niente. Ma in questo caso dice tutto. 

E se Enrica è arrivata lì, da ex consigliera comunale di Pescara, vuol dire che è davvero il braccio destro di Casaleggio. Il numero due del Movimento. 

ps: apperò Enrica, quante gelosie scatenerai in Abruzzo.




Articoli correlati

  • Stelle nascenti e stelle cadenti26 Marzo 2018 Stelle nascenti e stelle cadenti Enrica alla festa per Fico Se c’è una foto che racconta bene i futuri scenari delle elezioni regionali abruzzesi, ma mica solo regionali per il Movimento 5 Stelle, questa è stata scattata […]
  • Erika, candidata a 5 stelle2 Marzo 2019 Erika, candidata a 5 stelle L’altra faccia del Movimento Cinque stelle in Abruzzo, la faccia seria, impegnata e dialogante, è quella di Erika Alessandrini, la candidata sindaca del Movimento Cinque stelle a Pescara. […]
  • L’addio di Daniela: “Ci controllano tutto”11 Ottobre 2018 L’addio di Daniela: “Ci controllano tutto” "Ci controllano tutto, pretendono persino le password dei social": era già nell’aria da tempo, ma adesso la decisione è bella che presa: l’europarlamentare Daniela Aiuto lascia il […]
  • Cinquestelle, Di Maio in peggio14 Febbraio 2019 Cinquestelle, Di Maio in peggio Una sconfessione, una specie di schiaffo in faccia. Sembra quasi che Luigi Di Maio alla fine di una giornata maledetta in cui al peso della sconfitta si aggiungono le parole pesantissime […]