·Elogio del ritmo lento·

#Un’OttimaAnnata (Regia: Ridley Scott. Con: Russell Crowe, Albert Finney, Freddie Highmore, Rafe Spall, Archie Panjabi, Richard Coyle, Daniel Mays, Tom Hollander, Didier Bourdon, Isabelle Candelier, Marion Cotillard, Kenneth Cranham, Valeria Bruni Tedeschi, Magalie Woch, Jacques Herlin, Abbie Cornish, Catherine Vinatier. Genere: Drammatico)

Un film di 13 anni fa, visto per la prima volta su Netflix, perché al cinema mi era sfuggito. Adatto a chi è appassionato del buon vino e non disdegna il romanticismo; i panorami dolcissimi del sud della Francia e le storie d’amore che assomigliano alle favole, stile Pretty woman. Io l’ho scelto perché avevo voglia di vedere solo il bello della vita per due ore e perché mi piacciono gli attori protagonisti (Russel Crowe, da ultimo visto, quasi irriconoscibile, nel ruolo drammatico del padre bigotto di Boy erased: https://cinedecimamusa.blog/2019/03/22/boy-erased/; e Marion Cotillard). Oltre, naturalmente, a non essere astemia e a non fare parte della schiera di odiatori dei cugini d’oltralpe, di questi tempi (per me) inspiegabilmente numerosa. Il regista è blasonato: Ridley Scott, addirittura. Quello de Il gladiatore, che ha reso famoso Russel Crowe, in Italia forse anche alla voce eccezionale del doppiatore Luca Ward. E quello di Sopravvissuto – The Martian che ho recensito qui: https://cinedecimamusa.blog/2019/06/22/sopravvissuto/. La storia è semplice e forse un po’ scontata: il protagonista è un indaffarato manager che pare avere dimenticato ogni forma di sentimento e il gusto della vita, al di là di ciò che si può acquistare con la carta di credito. È costretto a lasciare Londra e tornare in Provenza, per occuparsi del testamento dello zio, con il quale aveva trascorso l’infanzia, tra i vigneti e le botti: i ricordi di quegli anni si fanno strada a fatica e intaccano l’apparente incapacità di Max di rallentare il ritmo ed accorgersi, innanzitutto, di chi ha accanto. È così che incappa in una vecchia conoscenza, la ragazza della locanda del villaggio, che era l’amica con cui da bambino trascorreva le lunghissime estati a casa dello zio. Lasciatevi andare a un racconto davvero piacevole: forse sin dall’inizio capirete quale sarà il finale, ma nonostante questo il film si mantiene ad un buon ritmo, sempre di commedia, ma di qualità. A me è venuta una gran voglia di andare a rivedere quei luoghi, facendo come Max: e cioè cercando di mettere da parte per un po’ la frenesia quotidiana e l’incapacità di staccare davvero, connettendosi solo con il paesaggio e con la persona con cui si ha la fortuna di condividere il viaggio. 3 🎬 🎬🎬 con un po’ di invidia per quella bellissima vecchia casa tra le colline provenzali. 




Articoli correlati

  • Trovare se stessi23 Marzo 2019 Trovare se stessi #BoyErased (Regia: Joel Edgerton. Con: Nicole Kidman, Lucas Hedges, Russell Crowe, Joel Edgerton, Xavier Dolan, Cherry Jones, Flea, Troye Sivan. Genere: Drammatico) Nella versione […]
  • Sincerità?22 Novembre 2015 Sincerità? #dobbiamoParlare (Di Sergio Rubini. Con Sergio Rubini, Isabella Ragonese, Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone. Genere: commedia) Il film, con il suo titolo già di per sè […]
  • Quando il gatto non c’è25 Novembre 2017 Quando il gatto non c’è #LaCasaDiFamiglia (Regia: Augusto Fornari. Con: Lino Guanciale, Matilde Gioli, Libero De Rienzo, Luigi Diberti, Stefano Fresi, Michele Venitucci, Tony Fornari, Nicoletta Romanoff. Genere: […]
  • Le stagioni dell’amore25 Giugno 2017 Le stagioni dell’amore #ParliamodellemieDonne (Regia: Claude Lelouch. Con: Johnny Hallyday, Sandrine Bonnaire, Eddy Mitchell, Irène Jacob, Pauline Lefèvre, Sarah Kazemy, Jenna Thiam, Agnès Soral, Valèrie […]