·Ecco la lettera per Rosso antico·

Eccola pronta la poltrona per Rosso antico. Pronta già da venerdì scorso. Incarico di due mesi, tanto per non dare nell’occhio, ma rinnovabile. Tanto a fine agosto, con la gente e i dirigenti in ferie, in pieno solleone, chi volete che se ne accorga. Il contratto a Carla Mannetti e’ servito.

La Mannetti con Gasparri

La Mannetti con Gasparri

Alla fine Luciano D’Alfonso e’ stato costretto a ridurlo a due mesi solo perché la notizia della nomina ha scatenato un putiferio, persino tra i consiglieri Pd aquilani. La zarina di destra si sistema così sulla poltrona più vicina al presidente abruzzese di centrosinistra, dopo essere stata fedelissima di Giovanni Pace, Fabrizio Di Stefano, Gianni Chiodi e simpatizzante di Casa Pound. Un’acrobata della politica.

Luciano D'Alfonso

Luciano D’Alfonso

Niente, non c’è stato verso per Luciano D’Alfonso di garantirle una proroga del contratto al servizio Trasporti, dove lei era stata insediata da Gianni Chiodi. Nessun dirigente ha voluto metterci la firma, persino il direttore generale sembrava aver preso le distanze. Insomma una patata bollente per tutti: quella nomina sarebbe stata palesemente illegittima. Liti, risse, bracci di ferro. E persino diffide e minacce.

La Mannetti con la Meloni

La Mannetti con la Meloni

Alla fine il governatore ha dovuto mollare la presa ma non si è arreso: se ai Trasporti le porte sono chiuse, allora la zarina la sistemo io (a spese nostre, però).

E l’ha insediata nell’unico posto in cui non è necessaria la firma o l’autorizzazione di un dirigente: il suo coordinamento. E ha dovuto motivare, da solo, scrivendo ciò che per mesi aveva chiesto di scrivere ai dirigenti dei Trasporti per avallare la proroga. E cioè che è brava e come lei nessuna. Talmente brava da rendersi indispensabile, anche se alla Regione e’ stata presa senza concorso ma per affinità politiche (di destra).

Le motivazioni le leggete nella lettera qui sotto. In pratica la nomina della Mannetti Rosso antico, scrive D’Alfonso, si “rende necessaria” per lo svolgimento di “numerose attività” nei mesi di luglio e agosto (quando, notoriamente, la Regione almeno ad agosto chiude per ferie). E soprattutto, scrive sempre lui, per la rete trans europea dei Trasporti e la macro regione Adriatica.

La lettera di incarico

La lettera di incarico

Ma le domande che si fanno i dipendenti della Regione sul nuovo incarico della dirigente Rosso antico sono tante. Eccone alcune: come mai la Mannetti, assunta ora nel ruolo di Coordinatore della segreteria politica dell’ufficio del Presidente si dovrà occupare di questioni squisitamente tecniche? E gli uffici regionali con le loro strutture e dirigenti cosa ci stanno a fare?

Allargano le braccia al Servizio Trasporti, dove la zarina di destra e’ stata per cinque anni, perché sono rimasti irrisolti molti problemi del settore: i costi standard; i saldi dell’esercizio dei chilometri percorsi delle società TPL; i numerosi ricorsi e transazioni della Regione Abruzzo con le società TPL settore gomma; il piano dei bacini sciistici ancora inesistenti; i Bilanci delle società dei trasporti in particolare dell’Arpa; il Piano Regionale Infrastrutturale Trasporti non ancora approvato. E tanto altro ancora.

Ma non è’ tutto: D’Alfonso indica la Mannetti addirittura come l’unica capace di promuovere l’inserimento della Regione Abruzzo nelle reti TEN-T transeropee.  Ma la Regione non aveva consegnato nelle mani di Del Rio qualche mese fa a Pescara un documento che parlava dei corridoi delle reti transeropee TEN-T?
Certo che si. Cosa non si fa per un bicchiere di Rosso antico.




Articoli correlati

  • D’Alfonso & il Rosso antico7 Giugno 2015 D’Alfonso & il Rosso antico Ciò che rende più paradossale la storia che segue, e' scoprire che in Regione Abruzzo ci sono 7 dirigenti di ruolo senza incarico dal 17 dicembre scorso. Tutti ex direttori e responsabili […]
  • L’Aquila, patto per la Mannetti24 Settembre 2016 L’Aquila, patto per la Mannetti Alla fine la pazienza premia: ha aspettato qualche mese ma ora Rosso Antico, la ex direttrice dei Trasporti della Regione Abruzzo, è pronta a un ritorno in grande stile. Carla Mannetti […]
  • Il Rosso antico diventa amaro30 Giugno 2015 Il Rosso antico diventa amaro Il Rosso antico va di traverso al governatore. Che per tentare di salvare la poltrona alla rossa dirigente ai Trasporti, ereditata da Chiodi, ha sfiorato la rissa con un gruppo di […]
  • Dirigenti signorsì28 Dicembre 2015 Dirigenti signorsì Vanno e vengono i dirigenti della Regione Abruzzo, e c'è un preciso perché. Caputi e Picardi, per esempio. La storia comincia qualche mese fa. Con un taglio a metà. Trasporti e turismo: […]