·E il sindaco litiga con la fascia·

Un grandissimo e intenso applauso: si è persino commosso Gianguido D’Alberto ieri mattina alla cerimonia di proclamazione a sindaco di Teramo. E forse tanta la commozione, tanta l’emozione, tanta la confusione e tanti gli occhi puntati su di lui, che al momento di infilare la fascia, è andato in palla: prima se l’è messa storta, poggiata sulla spalla sinistra anziché a destra, e poi nel tentativo di districarsi, ha rischiato di strozzarsi.

Insomma, qualche attimo di imbarazzo e poi per fortuna, il neo sindaco ha azzeccato il verso giusto e si è fasciato per bene, anche questa volta festeggiato da un lungo e caloroso applauso.

ps: perché un conto è metterci la faccia, un altro mettersi la fascia, eh.




Articoli correlati

  • 27 Giugno 2018 Teramo, ha perso anche il Pd Ci pensa il neo sindaco di Teramo a smentire il segretario regionale Marco Rapino, ma quale vittoria del Pd ma quale unità ma non diciamo stupidaggini: “Se dicessi che questa è una […]
  • L’evviva stonato di Rapino26 Giugno 2018 L’evviva stonato di Rapino Nel giorno in cui le roccaforti rosse sono solo un ricordo. E  il Pd perde tutto il perdibile, Toscana, Emilia, Siena, Massa, Pisa, Imola, perde persino Terni il più antico avanposto […]
  • La ricostruzione sta a zero27 Febbraio 2018 La ricostruzione sta a zero L’emergenza non è finita proprio per niente, e con la neve tutto è ancora più chiaro e drammatico. La ricostruzione del post-terremoto 2016-2017 è un flop e le cifre lo certificano. […]
  • Laura, l’infermiera di Teramo sul sito dell’Onu9 Aprile 2020 Laura, l’infermiera di Teramo sul sito dell’Onu Una storia italiana sul portale delle Nazioni unite, una storia di un’infermiera di Teramo laureata da appena un anno, e ora in prima linea in un ospedale Covid. Laura Lupi, 24 anni, […]