·Di Marco, sindaco di professione·

Se c’è il limite dei tre mandati e un sindaco, mannaggia alle leggi, non si può ricandidare, ecco pronta la scappatoia: Antonio Di Marco, ex presidente della Provincia di Pescara e primo cittadino in carica di Abbateggio, sta riscaldando i motori per candidarsi a Bolognano. Sindaco, naturalmente.

Antonio Di Marco

Siccome ad Abbateggio è fuori tempo massimo, e siccome lo è pure la sindachessa di Bolognano nonché moglie di Ezio Di Cristofaro (fresco di condanna per le tangenti dell’Aca), Silvina Sarra, ecco pronta la soluzione che fa contenti tutti (e gabbati fate voi chi). D’altronde Di Marco risiede proprio a Bolognano, paese della moglie, e quale migliore occasione.

Silvina Sarra

Così il 26 maggio lui tenterà la fortuna a Pescara come consigliere comunale semplice nelle liste del Pd e a Bolognano come candidato sindaco. Magari gli riesce il doppio colpo. Però anche lì qualcuno sta tentando di mettersi di traverso, per via della stessa storia che gli ha fatto saltare la candidatura alla Regione, cioè il coinvolgimento nell’inchiesta di Rigopiano. Per questo motivo, finora, la candidatura è rimasta top secret: nessun manifesto, nessun annuncio, nessuna esternazione su Facebook dove pure l’ex presidente della Provincia è sempre molto attivo. Forse spera che al Pd non se ne accorgano.

Ma questa della doppia candidatura, una in città e un’altra in campagna (come fa con le doppie case chi se le può permettere), è un vizio un po’ diffuso. A candidarsi un po’ qui un po’ lì ci prova anche il consigliere comunale Pd Fabrizio Perfetto, di professione poliziotto: sarà in corsa a Pescara ma anche ad Abbateggio.

ps 1: Meglio (per tutti) evitare di puntare sul numero secco: di questi tempi, con l’aria che tira per il centrosinistra, non si sa mai. Si rischia di ritrovarsi senza poltrona e a dover lavorare.

Ps2: Fabrizio Perfetto ci tiene pero’ a precisare:

“Non mi riconosco in quel “p.s. meglio per tutti puntare sul numero secco… si rischia di ritrovarsi senza poltrona e a dover lavorare” visto che il sottoscritto Fabrizio Perfetto per l’intera durata del mandato amministrativo da consigliere comunale di Pescara ha continuato a lavorare come poliziotto con continuità e non senza sacrifici alla questura di Chieti, cercando di conciliare al meglio i turni di servizio, anche notturni e festivi, con l’impegno al Comune e con la passione per la politica”.




Articoli correlati

  • L’accelerazione di Antonelli26 Marzo 2019 L’accelerazione di Antonelli Ha dovuto accelerare. Entro sabato scorso i curriculum dei candidati alla poltrona di sindaco di Pescara dovevano essere depositati sul tavolo di Matteo Salvini. Bellachioma con […]
  • Maragno, non solo manifesti22 Marzo 2019 Maragno, non solo manifesti Si vedranno oggi alle 18 alla Libreria On the road in corso Umberto a Montesilvano per parlare della campagna di comunicazione ideata dal Comune contro lo sfruttamento della […]
  • E il sindaco litiga con la fascia29 Giugno 2018 E il sindaco litiga con la fascia Un grandissimo e intenso applauso: si è persino commosso Gianguido D’Alberto ieri mattina alla cerimonia di proclamazione a sindaco di Teramo. E forse tanta la commozione, tanta […]
  • La virata erotica della Provincia5 Aprile 2018 La virata erotica della Provincia Macché strade da asfaltare, scuole da ristrutturare, patrimoni architettonici da tutelare. Le Province ora si dedicano ad argomenti decisamente più utili e interessanti. Quella di Pescara, […]