·Dalfy, altre due nomine illegittime·

Nomine inopportune, nomine di amici, nomine impossibili: ha tirato fuori di tutto dal suo cilindro magico in questi giorni di fine mandato Luciano D’Alfonso. L’ultima, in ordine di tempo, quella di Evelina D’Avolio, giovane e brava ingegnere trasportistica, alla Saga, la società di gestione aeroportuale la cui presidenza è stata affidata a Enrico Paolini, una vecchia e discussa gloria del centrosinistra. Una dipendente della Regione, che non potrebbe assumere incarichi pubblici. Lo stabilisce, all’articolo 11, il Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica, approvato con decreto legislativo del 19 agosto 2016. 

Il nuovo cda della Saga con D’Alfonso

“Gli amministratori delle società a controllo pubblico non possono essere dipendenti delle amministrazioni pubbliche controllanti o vigilanti. Qualora siano dipendenti della società controllante, in virtù del principio di onnicomprensività della retribuzione, fatto salvo il diritto alla copertura assicurativa e al rimborso delle spese documentate, nel rispetto del limite di spesa di cui al comma 6, essi hanno l’obbligo di riversare i relativi compensi alla società di appartenenza. Dall’applicazione del presente comma non possono derivare aumenti della spesa complessiva per i compensi degli amministratori”.

Non solo: la D’Avolio lavora alla Regione nel settore dei Trasporti e, con la nuova nomina alla Saga, dovrebbe occuparsi di una società aeroportuale e quindi dello stesso settore, un conflitto di interessi grosso come una casa.

Insomma, se  proprio vogliono tenerla sia alla Regione e alla Saga, la D’Avolio dovrà almeno rinunciare ai rimborsi. La stessa sorte toccherà a Federica Evangelista, che è dipendente regionale dal 2016 e nominata da D’Alfonso consigliere nel cda della Tua, l’azienda dei trasporti regionale. 

Insomma una doppia illegittimità sulla quale potrebbe intervenire anche l’Anac e la Corte dei Conti. 

ps: ma tanto che fa, leggi e regole alla Regione Abruzzo passano in secondo piano.





Articoli correlati

  • Prendo il bus o prendo l’aereo?Ottobre 20, 2015 Prendo il bus o prendo l’aereo? O sceglie l'autobus o sceglie l'aereo. Anche perchè la coperta è corta e non basta per tutti. Ci sono in ballo cinque milioni di euro della Regione, e se li contendono la Saga guidata da […]
  • Due ingegnere alla TuaAprile 7, 2017 Due ingegnere alla Tua Eccole le due donne nominate nel cda di Tua, l’azienda regionale abruzzese dei trasporti. Sono due ingegnere: Rossella Evangelista e Maddalena Romanelli, dipendente della Proger. Due donne […]
  • Il torto e la RegioneOttobre 19, 2015 Il torto e la Regione Gli altri scappano, lei rimane. Fedele, ligia, e volontaria. Alle otto puntuale in Regione, poi la sera in palestra con l'ex sottosegretario Camillo D'Alessandro. Carla Mannetti, la rossa […]
  • Tua, avanti c’è postoLuglio 25, 2018 Tua, avanti c’è posto Mica si poteva chiudere a tre: tre consiglieri di amministrazione, tre poltrone, tre gettoni e molto risparmio. No, la Regione Abruzzo rilancia e ieri ha nominato altri due consiglieri per […]