·Salvate il soldato Soldato·

Il giorno prima delle dimissioni. Il suo penultimo atto. Ma molto importante. Firmato un attimo prima del fischio di fine partita.

La delibera porta la firma del direttore generale facente funzioni, Domenico Carano. E’ la proroga del contratto a tempo determinato al dirigente medico di Igiene e Sanità pubblica Graziella Soldato ancora per due anni. La moglie di Nazario Pagano, all’epoca presidente del Consiglio regionale e ora coordinatore di Forza Italia, era stata assunta alla Asl di Pescara dal manager Claudio D’Amario il primo gennaio 2010. Un concorso, un mare di polemiche e un’inchiesta poi finita in una bolla di sapone.

Graziella Soldato

Graziella Soldato

La Soldato è un bravo medico, apprezzata da tutti i pazienti. Ma è anche la moglie di Pagano. E se molti contratti non vengono rinnovati, molte sostituzioni non vengono concesse, tantissime assunzioni sono state bloccate, il suo contratto però è stato rinnovato. E questa notizia ha fatto il giro dell’ospedale. Per rendere possibile una proroga altrimenti vietatissima, alla delibera è stata allegata una richiesta dei direttori dei dipartimenti, Antonio Caponetti e Carla Granchelli, in cui si afferma che

<il mancato rinnovo del contratto alla dottoressa Graziella Soldato comporterebbe l’interruzione delle attività di ricerca in corso ed il rischio di chiusura di alcune sedi vaccinali con conseguente interruzione di pubblico servizio>.

Una documentazione di fronte alla quale non si può dire di no: con l’interruzione di pubblico servizio non si scherza, chiaro.

Claudio D'Amario

Claudio D’Amario

E così, ecco pronta la proroga. Che ricorda molto i saldi di fine Cordone: un altro manager che due giorni prima di andarsene distribuì promozioni e nomine a piene mani. Il contratto della Soldato, il cui costo è di poco più di 75 mila euro l’anno, andrà avanti fino al 2018. D’Amario questa proroga non la firma lui, ma lascia l’incombenza al suo vice Domenico Carano. Ieri mette invece un’altra firma: sulla lettera di dimissioni. Se ne va senza salutare nessuno: il nuovo manager Armando Mancini si insedierà il 29 febbraio. Nel frattempo, il contratto della Soldato e’ al sicuro.




Articoli correlati

  • A cena D’AmarioFebbraio 26, 2016 A cena D’Amario Saldi di fine stagione. Mai stato così attivo, il manager della Asl di Pescara Claudio D'Amario, mai firmate così tante delibere come ora, alla vigilia della partenza per la Campania. Per […]
  • Mancini il nuovo managerGennaio 22, 2016 Mancini il nuovo manager Armando Mancini è il nuovo manager della Asl di Pescara. E' stato nominato oggi dalla giunta regionale, che ha messo così fine all'interminabile viavai di notizie sulle dimissioni di […]
  • Manager, che pagelleDicembre 7, 2017 Manager, che pagelle Promossi i manager delle Asl di Pescara e Chieti. Promossi anche se non proprio a pieni voti, vista anche l’impossibilità di raggiungere obiettivi quasi impossibili come la riduzione della […]
  • Doppioni a spese nostreSettembre 23, 2015 Doppioni a spese nostre Tra tre mesi, no tra quaranta giorni, al massimo ottobre. Pronto, prontissimo il nuovo distretto sanitario di base di Montesilvano costato 619 mila euro e rotti a Stato, Regione e Asl. […]