·Cliniche, la resa dei conti·

E’ partita la procedura per il disaccreditamento delle cliniche private inadempienti da parte della Regione Abruzzo. Ad avviarla il direttore del Dipartimento Sanità Claudio D’Amario con una lettera inviata ai manager della Asl dell’Aquila e a di Chieti, lettera che ha per oggetto “Inadempimento grave degli obblighi contrattuali”. Manca all’appello, per il momento, la Asl di Pescara che pure vanta il numero più consistente di cliniche private. 

Con la lettera, che è stata inviata in copia al Servizio Ispettivo e controllo qualità e al Servizio contratti erogatori privati della Regione, si chiede ai due manager tutta la documentazione “concernente il contraddittorio fra le parti e con gli erogatori”, e soprattutto le contestazioni in forma scritta formulate dalle Asl “a seguito del terzo episodio di violazione formalmente contestato a ciascun erogatore”. 

Si tratta in pratica delle prime contestazioni agli extrabudget degli imprenditori della sanità privata (molti dei quali si rifiutano di stilare le note di credito), così come imposto alla Regione Abruzzo dal ministero della Salute negli ultimi Tavoli di monitoraggio.

Al manager di Chieti, D’Amario chiede in particolare la documentazione relativa alle comunicazioni sul “grave inadempimento contrattuale per l’anno 2018”per le prestazioni di specialistica erogate da una nota clinica privata.

Procedure che sono state sollecitate, nel caso dell’Aquila, dallo stesso manager Roberto Testa ma che per il momento non sembrano riguardare, o perlomeno non ancora, la Asl di Pescara. E che dovrebbero al più presto condurre al disaccreditamento delle cliniche che hanno dichiarato l’extrabudget e che ora pretendono che le varie Asl mettano mano al portafogli.

ps: E invece è partito il redde rationem.




Articoli correlati

  • Doppioni a spese nostre23 Settembre 2015 Doppioni a spese nostre Tra tre mesi, no tra quaranta giorni, al massimo ottobre. Pronto, prontissimo il nuovo distretto sanitario di base di Montesilvano costato 619 mila euro e rotti a Stato, Regione e Asl. […]
  • Auto-premiata ditta18 Gennaio 2016 Auto-premiata ditta Premiati per lavorare. Premiati a più non posso. Molto più dei medici, a Natale e tutto l'anno. Ma i dirigenti amministrativi della Asl di Pescara in pratica si auto-premiano. Sono loro […]
  • Il conto di Pierangeli: 50 milioni di extrabudget19 Settembre 2019 Il conto di Pierangeli: 50 milioni di extrabudget Eccoli qua i 46 milioni di euro che Luigi Pierangeli chiede alle Asl abruzzesi, eccolo il conto che il re delle cliniche presenta alla Regione Abruzzo. Non sono soltanto interessi […]
  • D’Amario napoletano12 Dicembre 2015 D’Amario napoletano Highlander se ne va. Il manager della Asl di Pescara Claudio D'Amario, l'ultimo sopravvissuto all'autodafè dei direttori di centrodestra, ha trovato di meglio da fare: la Lorenzin lo ha […]