·Cercasi direttore, senza esperienza·

Cercasi direttore del Dipartimento “Lavoro-Sociale”, ma non importa se non ha esperienze specifiche. Anzi, non occorrono proprio. Accade questo alla Regione Abruzzo dove l’11 luglio scorso è stato pubblicato un avviso di selezione per l’incarico di Direttore di dipartimento. Solo che nel bando non compaiono neppure una volta le parole “lavoro” e “formazione”: insomma, non è necessaria alcuna esperienza specifica. 

L’assessore Piero Fioretti

Strano, no? E così, i candidati dovranno avere le seguenti caratteristiche: esperienza in programmazione, gestione, monitoraggio e controllo delle risorse relative ai fondi europei gestiti dal Dipartimento; competenze e conoscenze relative all’applicazione della normativa europea, nazionale e regionale afferenti alle funzioni del Dipartimento; competenze e conoscenze in materia di affidamenti ad evidenza pubblica; esperienza e capacità gestionale delle risorse umane e strumentali.

E ancora: capacità di analisi, di valutazione di programmazione in sistemi organizzativi complessi; attitudine alla individuazione di decisioni appropriate all’assunzione delle conseguenti responsabilità; capacità di innovazione organizzativa; di gestione coordinata di risorse umane, strumentali e finanziarie, di gestione del cambiamento e dell’innovazione. 

Di tutto di più ma nessuna esperienza pregressa nel settore lavoro e formazione. Gradite, proprio così, “gradite” le lingue straniere e la conoscenza informatica.

 La selezione? La farà l’assessore al ramo, Piero Fioretti, “d’intesa col presidente”. 

Marsilio con Rivera
Barbara Morgante

Scade invece il 29 luglio prossimo il bando per il direttore generale della Regione, ruolo rivestito da Vincenzo Rivera dal giorno in cui si dimise Cristina Gerardis. In pole position per questo incarico Barbara Morgante, ex ad di Trenitalia, prossima alla pensione e molto legata all’ex governatore Luciano D’Alfonso che le aveva offerto anche lui un incarico, da lei all’epoca declinato per motivi economici.




Articoli correlati

  • Poltrone temporanee & bugie8 Giugno 2017 Poltrone temporanee & bugie Ma quale vicario, e ci mancherebbe. Vincenzo Rivera non è vicario proprio per niente, ma direttore generale “temporaneo”, e ce ne passa. In effetti, per essere vicario ci dovrebbe essere […]
  • Poltrona-lampo per Rivera28 Gennaio 2017 Poltrona-lampo per Rivera E’ Vincenzo Rivera, erede dei marchesi aquilani proprietari di bellissimi palazzi, ex fedelissimo di Ottaviano Del Turco, e coordinatore della segreteria di Luciano D’Alfonso, il nuovo […]
  • Il bando allungato, c’è la firma di Rivera6 Dicembre 2017 Il bando allungato, c’è la firma di Rivera C’è il parere negativo del dirigente e c’è il no del Direttore. Eppure la proroga di venti giorni viene approvata lo stesso, grazie alla firma del direttore generale della Regione Vincenzo […]
  • Spartizioni e prebende alla Regione21 Maggio 2019 Spartizioni e prebende alla Regione “Obiettivi spartitori e di potere di qualche alto burocrate”: un’accusa gravissima quella che lancia la Direr, il sindacato dei dirigenti alla Regione Abruzzo targata Marco Marsilio. Non […]