·Camillo l’instancabile·

Lavoratori instancabili. Ecco cosa fa il consigliere delegato Camillo D’Alessandro neo parlamentare eletto in un collegio blindato alle elezioni del 4 marzo scorso: il giorno prima di rassegnare, commosso, le dimissioni da consigliere, si premura di convocare i sindacati per un incontro che si terrà oggi alle 18, alla presenza del presidente-senatore Luciano D’Alfonso che invece le dimissioni non ci pensa proprio a rassegnarle, per la riorganizzazione dei servizi commerciali e Tpl.  Instancabile, proprio così: tanto che ieri mattina si è incontrato con i sindacati, non tutti, quelli più affini, proprio negli uffici di viale Bovio, per preparare l’incontro: eccoli nella foto qui sotto.

D’Alessandro e i sindacalisti in viale Bovio

Sangritana spa deve andare avanti, a tutti i costi. 

“Pur consapevoli che le dimissioni, per essere ufficialmente operative, necessitano di apposita ratifica che avrà luogo presumibilmente in occasione del prossimo consiglio regionale – scrivono in una nota Franco Rolandi della Filt-Cgil e il segretario generale della Cgil Sandro Fattore – non ci saremmo mai aspettati che l’onorevole D’Alessandro da dimissionario volesse ulteriormente ed ostinatamente continuare a personalizzare una politica di riorganizzazione del settore fino ad ora chiaramente fallimentare, convocando e scegliendo solo alcune organizzazioni sindacali e solo alcuni specifici interlocutori politici”.

Franco Rolandi

Oggetto della convocazione è appunto la riorganizzazione dei servizi commerciali e del trasporto pubblico locale,

“tema sul quale  – continua la Cgil – si incardinano le note delibere di giunta con le quali sono state pianificate da un lato la rinascita di Sangritana S.p.A. e dall’altro le contestuali penalizzazioni di tutti i collegamenti extra regionali attraverso la decontribuzione di alcune tratte assolutamente vitali per le aree interne della nostra regione”.

Insomma, per la Cgil un atteggiamento assolutamente “arrogante e presuntuoso”.

ps: e anche istituzionalmente poco corretto.





Articoli correlati

  • Sistema, da ramo d’oro ai licenziamentiaprile 20, 2018 Sistema, da ramo d’oro ai licenziamenti In mezzo a una strada: 46 lavoratori della cassaforte di Tua, Sistema srl, la società abruzzese dei trasporti che gestisce la distribuzione e la vendita di biglietti, in queste ore stanno […]
  • Come scrokkia Pietrucciaprile 23, 2018 Come scrokkia Pietrucci Se ne sono date di santa ragione. A distanza, sulle rispettive bacheche di Facebook un botta e risposta che se fossero stati a distanza ravvicinata, si sarebbe tradotta in botte punto e […]
  • I sindacati di Camilloaprile 24, 2018 I sindacati di Camillo C’è una guerra di sindacati, in Abruzzo. E sindacati che non esitano a schierarsi col padrone, in questo caso la Regione Abruzzo, e che per difenderlo, dichiarano uno sciopero dei […]
  • Fischi & sciopero, fatti Tuaagosto 7, 2015 Fischi & sciopero, fatti Tua "Abbiamo messo in campo la più grande riforma della storia della regione". Peccato però che la più grande riforma, come la definisce il sottosegretario Camillo D'Alessandro, oggi si […]