·Bevilacqua prezzemolino·

Nome: Alessandro. Cognome: Bevilacqua. Perchè mi faccio i fatti suoi: perchè esponente di punta di FI a Chieti nonchè assessore a Palazzo d’Achille. Che prezzemolino della politica abruzzese lo sia diventato per quel profetico cognome  (Bevilacqua) che tanto evoca l’arte del saper innaffiare le piante per renderle più rigogliose?! Una cosa è certa: un politico ancora locale ( cittadino quasi) che anima tre profili Face, di cui uno appositamente allestito per le foto, non si può certo definire misuratamente social. Anzi. Nel caso dell’assessore della giunta Di Primio molti scatti danno, appunto, la cifra di un ego a tratti autocelebrativo. Tutti i giorni, o quasi, ovunque, con chiunque e soprattutto sempre con la stessa identica espressione a metà tra il giulivo e il trionfale.

Caro assessore saresti la gioia dei fotografi di matrimoni sempre a caccia del parente sorridente a fronte di musi lunghi, caviglie gonfie di tacchi e cravatte allentate in fase di esplosione. In trasferta a Montesilvano piuttosto che a Radio Rai a Roma (con tanto di Razzi e Cucciari) per non parlare della foto sotto l’ombrellone con la collega di giunta Emilia De Matteo, possibile che non ci siano variazioni al sorriso e al segno di vittoria molto americano e poco pertinente? Se da un blogger pretendiamo di sapere persino se ha l’intestino regolare oppure no, siamo certi che di quelli eletti e pagati per amministrare le nostre città vogliamo vedere così morbosamente tutto? E soprattutto, un’espressione sempre uguale a se stessa non rischia di sminuire la portata di ciò che si vuol comunicare ? Perchè se fai l’assessore non puoi solo selfarti allegro: qualcosa vorrai pur dire ai tuoi concittadini sul #cosahaifattocome e non credo che casse vuote, enti disastrati e tasse da rincarare stampino tutti ‘stì sorrisi in volto! Un consiglio di bon ton social? Meno, meno, meno. E soprattutto sorridente q.b.

Ps. Delle tre foto faticosamente selezionate, tra le centinaia che ogni settimana l’assessore Bevilacqua pubblica e condivide, l’unica nella quale l’espressione fa il paio col contesto è certamente quella in spiaggia con la collega di giunta De Matteo. Il punto è proprio questo: No alla stessa ” faccia” per una sangria a Francavilla piuttosto che per la votazione del bilancio in consiglio.




Articoli correlati

  • Chieti, grillini in vacanza13 Luglio 2019 Chieti, grillini in vacanza Mapero' ripubblica oggi l'articolo del 4 luglio scorso, riguardante le polemiche seguite all'assenza di Ottavio Argenio e di Manuela D'Arcangelo, consiglieri comunali del M5S a Chieti, […]
  • Era in vacanza, Argenio si dimette5 Luglio 2019 Era in vacanza, Argenio si dimette E alla fine, a meno che non ci ripensi come ha fatto il sindaco Umberto Di Primio, il consigliere comunale pentastellato al Comune di Chieti Ottavio Argenio si dimetterà. Lo ha annunciato […]
  • Chieti, grillini in vacanza4 Luglio 2019 Chieti, grillini in vacanza Mapero' ripubblica oggi l'articolo del 4 luglio scorso, riguardante le polemiche seguite all'assenza di Ottavio Argenio e di Manuela D'Arcangelo, consiglieri comunali del M5S a Chieti […]
  • Casalbordino comune di-vino5 Novembre 2018 Casalbordino comune di-vino Cinque stelle meno meno Chi di strafalcione ferisce di strafalcione perisce. E che strafalcione, quello del Movimento 5 stelle. Pochi giorni dopo la presa per i fondelli (meritata) del […]