·Balconi crollati, la vergogna·

Dovevano consegnarla a fine febbraio. Siamo a metà giugno e non hanno scritto ancora un rigo. Lo leggiamo sui giornali e sui siti: i consulenti nominati dal pm della procura aquilana Roberta D’Avolio non hanno ancora presentato la perizia relativa alle prove statiche e sulla qualità dei materiali utilizzati nei balconi del progetto Case a Cese di Preturo all’Aquila. Ne crollo’ uno a settembre dello scorso anno per “difetti di costruzione”, e per un miracolo non morì nessuno.

I balconi a Cese

I balconi a Cese

Sembrava a un passo la conclusione delle indagini, con l’inoltro di una quarantina di avvisi di garanzia. Invece i periti hanno allungato i tempi chiedendo e ottenendo ben cinque proroghe. L’ultima scadenza era a fine maggio, ma non c’è ancora traccia di nulla. Con alcuni reati a rischio prescrizione potrebbero scattare le penali per i consulenti. Ma questo non è mica un problema, chisseneimporta se guadagneranno un po’ meno.

Il problema è che intere famiglie a settembre sono state sfrattate, dopo il terremoto anche questo, vivono ancora con i terrazzini transennati o inaccessibili. In prigione. Dopo aver perso case e affetti, sono costrette a vivere in gabbia, ancora. Se almeno ottenessero giustizia, e verità, e risposte in tempi certi. Invece no: che vergogna.




Articoli correlati

  • Ridevano pure quelli dei balconi21 Aprile 2016 Ridevano pure quelli dei balconi Non era questione di manutenzione. Non era colpa del sindaco Massimo Cialente o del Comune dell'Aquila, proprio per niente. Quei balconi sono crollati perchè difettosi, costruiti con […]
  • I balconi crollati e la beffa23 Novembre 2017 I balconi crollati e la beffa Saranno tutti demoliti i balconi del progetto Case dell’Aquila, quelli che sono crollati in vari step mettendo a serio rischio la vita delle persone. E saranno demoliti a spese nostre, […]
  • Le due facce di Bertolaso21 Settembre 2016 Le due facce di Bertolaso Cosa non si fa per farsi eleggere. Ma non è bastato, nessuno ci aveva creduto: né alla storia che avrebbe ripulito il Tevere, né che avrebbe rinunciato alla prescrizione. Guido Bertolaso […]
  • L’Aquila ma sembra la Rocca14 Dicembre 2015 L’Aquila ma sembra la Rocca Di questo passo anche il patrono San Massimo rischia di essere sostituito da San Leucio. E chissà se la Perdonanza celestiniana verrà insidiata dalla gara del solco dritto. Al di là del […]